Vendevano abbigliamento Gucci, Nike e Dior contraffatto: sequestrati a Lamezia 6mila capi

VIDEO | Nella città della Piana la Guardia di Finanza ha individuato un punto vendita all’ingrosso e uno al dettaglio gestiti da cinesi

1
di T. B.
23 luglio 2021
11:10

”Nike, “Adidas”, “Disney”, “Marvel”, “Fortnite”, “Gucci”, “Fendi”, “Dior”. Dai marchi di grandi stilisti a quelli più cari ai piccoli, sono circa sei mila i capi contraffatti sequestrati dai Baschi Verdi del Gruppo di Lamezia Terme in due esercizi commerciali gestiti da cittadini di nazionalità cinese. Oltre ai sei mila capi di abbigliamento per bambini per la stagione estiva e relativi accessori, i militari hanno individuato oltre a 400 mascherine e 900 dispositivi di protezione individuali (mascherine chirurgiche). A finire nella rete delle Fiamme Gialle un centro commerciale di vendita all’ingrosso e un negozio al dettaglio, gestiti da imprenditori di origine cinese, che si erano riforniti di ingenti quantitativi di articoli per la successiva distribuzione sul territorio calabrese.

I titolari degli esercizi commerciali non erano provvisti della documentazione contabile che giustificasse la provenienza della merce. I prodotti sequestrati, come appurato dalle investigazioni, provenivano direttamente dalla Cina e venivano venduti, in Italia, privi dei dati identificativi, quali il “copyright” e/o il “trademark”, che consentono di individuare un prodotto originale, realizzato dall’azienda detentrice dei diritti.



I prodotti contraffatti sono stati sottoposti a sequestro penale, con contestuale denuncia alla Procura della Repubblica del Tribunale di Lamezia Terme dei titolari degli esercizi commerciali per i reati di contraffazione e ricettazione.

Sono in corso gli opportuni approfondimenti di natura fiscale. L’operazione di servizio si colloca nell’ambito dei piani di intervento disposti dal Comando Provinciale di Catanzaro nel settore della tutela del mercato dei beni e dei servizi a tutela dell’economia legale, finalizzati a preservare il mercato dalla diffusione di prodotti non genuini e insicuri che sottraggono anche opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole.

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top