Lotta alla mafia

A Rosarno la cerimonia di consegna del Premio Valarioti-Impastato

VIDEO | Tra i premiati della sesta edizione il procuratore di Vibo Camillo Falvo e i poliziotti di Crotone che salvarono i migranti col mare in tempesta. Il riconoscimento alla memoria è andato al giudice Pasquale Ippolito e a Filippo Ceravolo, il ragazzo ucciso nove anni fa a Soriano

48
di Agostino Pantano
20 dicembre 2021
15:35

Si è svolta, nell’auditorium del liceo Piria di Rosarno, la cerimonia di consegna del Premio Valarioti-Impastato che ha insignito varie personalità, associazioni, forze dell’ordine che si sono distinti nel campo della cultura e dell’impegno antimafia. Alla cerimonia hanno partecipato anche la sottosegretaria Dalila Nesci e la deputata Piera Aiello, la parlamentare siciliana sotto scorta che figura nel Comitato organizzatore del riconoscimento creato dalla scuola diretta da Mariarosaria Russo.

I premiati di questa sesta edizione sono stati il procuratore di Vibo Valentia, Camillo Falvo, l’archeologa Mariangela Preta, Bruna Siviglia, Antonio Reppucci, Saverio Fortunato, Francesco Gui, Renato Cortese, Nicodemo Vitetta, i poliziotti di Crotone che salvarono alcuni migranti durante uno sbarco, Nicola Clemenza, Giuseppe Francesco Zumbo, Niki Cordopatri, Margherita Landa e Filippo Misuraca, la scuola Levi Montalcini di Partanna, e alla memoria il giudice Pasquale Ippolito e Filippo Ceravolo, il ragazzo ucciso 9 anni fa a Soriano Calabro, per quest'ultimo, a ritirare il premio vi era il padre Martino.


Per la consegna del Premio, che gode anche del patrocinio del Comune, presenti in sala pure la commissaria Roberta Mancuso, nonchè i familiari di Giuseppe Valarioti, il segretario del Pci rosarnese ucciso nel 1980. Nel corso della cerimonia, impegnati i ragazzi dell’orchestra giovanile di fiati guidata dal maestro Maurizio Managò.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top