A Catanzaro una mostra su cibo, tradizioni e culture dal mondo

L'evento, che promuove anche un workshop formativo, consente di riflettere sull'approccio alla natura, agricoltura ed allevamenti intensivi. Venti Paesi, inoltre, si presenteranno attraverso la loro cultura gastronomica

di Redazione
28 febbraio 2020
09:41
Mostra a Catanzaro
Mostra a Catanzaro

La mostra “Food culture and food ways. Tradizioni e culture dal mondo ideata e prodotta da Bluocean con le opere di Penny De Los Santos (National Geographic Usa) approderà a Catanzaro e sarà visitabile nel saloni della Palazzina delle Esposizioni Ex Stac - Piazza Matteotti. L’inaugurazione avverrà martedì 3 marzo alle ore 18.00 con una conversazione fotografica e una degustazione di prodotti enogastronomici calabresi offerta dall'Associazione professionale cuochi italiani - Calabria e partners.

La mostra a Catanzaro

Saranno presenti Lorenzo Pesce, fotografo (DRepubblica, L'Espresso, Panorama, Vogue) e docente del Bluocean's Workshop, il curatore della mostra e Amministratore di Bluocean Francesco Scarpino, l’assessore alla Cultura della città Ivan Cardamone e numerosi studiosi e appassionati di fotografia. Ad accogliere il pubblico saranno gli studenti del Itts "Scalfaro" che per tutta la durata della mostra guideranno i visitatori ad intraprendere un viaggio tra le opere e l’arte di Penny De Los Santos.

 

La mostra rimarrà fruibile a Catanzaro, con accesso gratuito, fino al 31 marzo 2020 con orari 15.30 – 18.30, per poi proseguire nel previsto circuito italiano che vede coinvolte prestigiose location in numerose città tra cui Cagliari, Milano, Napoli, Messina, Catania e Genova. L’evento di inaugurazione – riferisce una nota stampa - sarà un’occasione privilegiata per discutere su tematiche globali che ruotano intorno all’alimentazione con riferimento a costumi, tradizioni e aspetti scientifici legati alla nutrizione.

Cibo e cultura dei popoli

“Food culture and food ways. Tradizioni e culture dal mondo” propone al visitatore una tematica di grande rilevanza con contenuti che ispirano rinnovate riflessioni: cultura e cibo nelle diverse tradizioni dei popoli del pianeta, ma anche approccio e rispetto della natura, agricoltura e allevamenti intensivi; stili di vita che caratterizzano le diverse realtà sociali contemporanee. Il cibo racchiude per l’individuo e la società un significato simbolico e relazionale che va oltre il valore nutritivo e alla necessità di alimentarsi. Essendo un piacere spesso condiviso, assume un aspetto collettivo e sociale che può essere comunicato e racconta la cultura dei luoghi e l’appartenenza sociale. Dal Cile al Senegal, dalla Cina alla Grecia, dalla Norvegia al Perù, oltre 20 paesi si presentano attraverso la rispettiva cultura gastronomica. Un viaggio, dunque, nella più pura espressione dell’identità culturale di popoli e nazioni, elemento fondamentale di sviluppo sostenibile e di coesione sociale.

Le opere esposte

38 opere, oltre a pannelli didascalici, di straordinaria valenza artistica e dal forte impatto emozionale proposte in un circuito la cui modalità allestitiva segue i canoni utilizzati da Bluocean; stampe in grande formato riprodotte con i più alti standard disponibili sul mercato internazionale riferiti al metodo Fine Art di indirizzo museale.

Lorenzo Pesce raggiungerà Catanzaro dalla mattina per dirigere il primo giorno di lavori del modulo di Alta formazione fotografica Bluocean’s Workshop "Ritratto e autoritratto tra documentazione e immaginazione". L’evento didattico si completerà a Reggio Calabria con altri due giorni di lavoro.

Il workshop formativo

Il Bluocean’s Workshop, evento patrocinato da National Geographic Italia, ha registrato negli anni la direzione di grandi maestri della fotografia contemporanea internazionale tra cui Randy Olson, Melissa Farlow, William Daniels, Lynn Johnson, Carsten Peter e Erika Larsen.

Viene considerato un appuntamento di rilievo nel panorama didattico e formativo, non solo nazionale, si caratterizza per l’originale metodologia applicata all’insegnamento; dall’edizione 2018/2019, assume valenza accademica grazie alla partnership con l’Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria che ne certifica la validità del percorso formativo e il conseguente rilascio di 57 crediti formativi universitari.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio