“Che sarà?”, il coro virtuale del liceo Gullì di Reggio canta per il domani

L’iniziativa di docenti e studenti che hanno voluto in questo modo lanciare un messaggio di resistenza e fiducia in tempi di pandemia da Covid-19

172
di Redazione
26 aprile 2020
10:26
Il coro virtuale del liceo Gullì di Reggio Calabria
Il coro virtuale del liceo Gullì di Reggio Calabria

Un coro che di virtuale ha solo la vicinanza fisica dei suoi componenti, ma canta all’unisono, ognuno da casa propria. È l’iniziativa del Liceo statale Tommaso Gullì di Reggio Calabria, che ha allestito un coro in videoconferenza per lanciare un messaggio di speranza e rinascita in vista della ripartenza del Paese.
«Allievi e insegnanti – si legge in una nota – vogliono così esprimere la propria forza nella lotta al Covid -19». Un’iniziativa che «nasce dal profondo del cuore e dalla voglia di tutti di essere in qualche modo presente in questo momento storico di lotta al virus, dalla voglia di incontrarci e sentirsi uniti al di fuori della normale didattica, per esprimere il nostro sentimento di amore verso la nostra Italia e di dubbi e domande sul suo futuro, in una prospettiva di speranza».

Rivisitando la famosa canzone dei Ricchi e Poveri, “Che sarà?”, il gruppo di docenti e studenti canta ”Italia mia, che sarà? «Il testo è stato rielaborato – spiegano – e la perfomance eseguita a casa, perché stiamo a casa ma con l’attenzione e la cura e la forza di tutti gli allievi e i docenti che, anche se non visibili nel video, hanno supportato l’idea ed i lavori».
«Siamo italiani e siamo una scuola italiana – concludono - quindi rappresentiamo il futuro e tifiamo per la nostra Italia, unita e forte per il cuore, la fantasia e le capacità dei suoi cittadini. Sempre positivi e ricchi di speranza, in attesa di rialzarci e di ripartire, meglio di prima perché arricchiti nei nostri sentimenti e nei nostri valori, già molto forti».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio