Slow Food, in Calabria nasce una nuova condotta: è la Magna Grecia-Pollino

Eletto fiduciario Andrea Casaleno. «Ripartiamo dai principi dei padri fondatori dell’associazione per riscoprire il giusto valore del cibo»

111
di Vincenzo Alvaro
29 dicembre 2020
22:57
Alcuni dei soci fondatori in una foto di repertorio
Alcuni dei soci fondatori in una foto di repertorio

È nata la condotta Slow Food “Magna Grecia-Pollino”, ratificata nei giorni scorsi alla presenza del portavoce calabrese Maurizio Rodigherio, di Francesco Sottile del comitato esecutivo nazionale e di Fabrizio della Piana di Slow Food Italia. Durante la prima assemblea della condotta riunitasi in remoto, tutti i soci hanno nominato presidente Giuseppe D’Urso che ha coordinato il regolare svolgimento dei lavori e poi il nuovo comitato di condotta che a sua volta ha eletto il fiduciario nella persona di Andrea Casaleno.

Faranno parte del comitato invece Giuseppe Gatto (Trebisacce), Cesare Renzo (Corigliano Rossano), Giuseppe D’Urso (Trebisacce), Saro Costa (Villapiana), Antonio Trebisonda (Corigliano Rossano), Andrea Casaleno (Trebisacce), Stefano Pirillo (Corigliano Rossano), Luca Sammarro (Corigliano Rossano), Claudio Viola (Saracena), Elio Perciaccante (Cassano allo Ionio).


«In questa nuova esperienza ripartiamo dalle origini di Slow Food e dai princìpi dei padri fondatori dell’associazione per riscoprire il giusto valore del cibo» ha commentato il neo fiduciario dopo aver assunto l’incarico. Il nuovo progetto targato Slow Food è stato accompagnato da un ambizioso dossier programmatico per i prossimi anni, attraverso il quale la condotta “Magna Grecia-Pollino” guarderà al futuro del territorio, alla rivalutazione delle eccellenze, alla scoperta delle biodiversità e delle unicità, con un occhio particolare alla sostenibilità, al turismo, ai presìdi, all’arca del gusto e alla solidarietà.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top