Caos sulla strada per la Sila, protestano i sindaci e l'Anas corre ai ripari

VIDEO | Senso unico alternato sulla Statale 107 nei pressi di Spezzano per lavori in corso da ottobre. Nei momenti di maggiore flusso veicolare, il traffico sarà disciplinato da operatori sul posto 

20
di Salvatore Bruno
13 gennaio 2019
07:15

I lavori in corso per la messa in sicurezza del tratto della statale 107, avviati nell’ottobre scorso nei pressi dello svincolo per Spezzano della Sila e Casali del Manco, dureranno ancora per un pezzo, almeno fino al mese di aprile 2019, ma almeno l’Anas ha predisposto un servizio di regolazione del flusso veicolare con operatori sul posto: nei momenti di maggiore traffico si sostituiranno al semaforo, disciplinando il transito sul senso unico alternato, in base alla contingenza del momento.

L'impegno per limitare i disagi

Si tenterà così di limitare i disagi per gli automobilisti diretti in Sila, dopo la magra figura rimediata nel weekend dell’Epifania. Con le cime innevate e gli impianti sciistici aperti, le località turistiche dell’altipiano, sono state prese d’assalto. Ma il rientro è stato drammatico: code lunghe fino a dieci chilometri per percorrere il breve tratto interessato dal cantiere. Tambureggiante sui social, l’indignazione di chi, suo malgrado, si è trovato imbottigliato sulla strada del ritorno.

Il sit-in degli amministratori locali

Sul tema era intervenuto anche il consigliere regionale Orlandino Greco, ma è stata la levata di scudi degli amministratori locali ad indurre l’Anas ad assumere l’iniziativa di impiegare personale per limitare i disagi al minimo. La protesta si è concretizzata anche con un sit-in al quale hanno partecipato numerosi sindaci. A guidare la delegazione l’ex parlamentare Franco Laratta, originario di San Giovanni in Fiore.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio