I carabinieri consegnano le pensioni agli anziani in difficoltà: il video

INTERVISTA | Accordo tra l'Arma e le Poste italiane. Anche in provincia di Cosenza il nuovo servizio che consente di limitare gli spostamenti degli anziani con più di 75 anni, categoria esposta al rischio di contagio

50
di Salvatore Bruno
29 aprile 2020
19:51

L’accordo tra Poste Italiane e l’arma dei carabinieri consentirà a circa 23 mila anziani in tutta Italia di evitare di esporsi al rischio di contrarre il coronavirus, uscendo di casa per recarsi a ritirare la pensione.

Il ritiro per delega

I militari, su delega degli aventi diritto, possono ricevere l'incarico dagli interessati, di ritirare le spettanze allo sportello, recapitando poi i soldi direttamente al loro domicilio. Il servizio, gratuito, è riservato ai cittadini di età superiore ai 75 anni ed è pienamente operativo anche nel cosentino dove i carabinieri di Rende hanno proceduto a ritirare la mensilità di aprile nella filiale di Roges per conto di una coppia di sarti di 91 e 85 anni.

Al riparo anche da truffe e rapine

La convenzione è parte del più ampio sforzo messo in atto dai due partner istituzionali, per contrastare la diffusione del Covid-19 e mitigarne gli effetti limitando gli spostamenti fisici delle persone, ed in particolare dei soggetti a maggior rischio. L'iniziativa permette anche di tutelare gli anziani dal rischio di truffe, rapine e scippi. Al nostro microfono il comandante della stazione carabinieri Rende Francesco Rizzo.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio