Pitaro: «Ambulatori privati esclusi dai bandi a sostegno delle imprese»

Il consigliere regionale evidenzia la situazione di centinaia di strutture accreditate dal Sistema sanitario dimenticate dalla Regione: «Si ponga rimedio all’errore»

4
di Redazione
23 giugno 2020
06:47
Francesco Pitaro, consigliere regionale (foto fb)
Francesco Pitaro, consigliere regionale (foto fb)

Il consigliere regionale Francesco Pitaro (Gruppo Misto) è intervenuto in merito agli aiuti a sostegno delle imprese precisando: «Centinaia di ambulatori privati ed accreditati dal Sistema sanitario regionale che hanno messo in cassa integrazione i propri dipendenti in quanto obbligati a chiudere per via dell'ordinanza n. 4 del 10/03/20 della presidente della Regione sono stati esclusi dall'Avviso pubblico del 15 giugno 2020 per il sostegno delle imprese calabresi che hanno dovuto sospendere la propria attività a causa del coronavirus (Aiuti sotto forma di sovvenzioni per il pagamento dei salari dei dipendenti per evitare i licenziamenti durante la pandemia di Covid-19)».

 

«Si tratta - aggiunge - di un'intenzionale scelta punitiva per chissà quale imperscrutabile motivo o della consueta svista dovuta ad approssimazione e trascuratezza?» Secondo Pitaro, «se non ci sono ragioni profonde che hanno indotto la Regione ad agire escludendo dal ristoro gli ambulatori privati accreditati, si agisca tempestivamente per rimediare all'errore, evitare reazioni giustamente polemiche e soprattutto giudiziarie, visto che proprio dal 22 giugno è possibile precompilare la domanda e poi da martedì 30 giugno scatterà il cosiddetto click day per l'inoltro telematico delle stesse».

 

LEGGI ANCHE:Sistema socio-assistenziale Calabria, Pitaro: «Regione è la grande assente»

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio