Conte in Calabria, il grido dei sindaci: «Si dia un futuro alla Locride»

INTERVISTE | Il tour del premier crea aspettative in un territorio in crisi. Dall’ospedale di Locri, passando per la questione Lsu-Lpu e diritto alla mobilità: «Impegni da prendere e mantenere»

18
di G. D.A.
23 novembre 2018
11:23
Locri, il sindaco Calabrese e il premier Conte
Locri, il sindaco Calabrese e il premier Conte

La visita istituzionale del premier Giuseppe Conte in Calabria ha suscitato reazioni contrastanti ma indubbiamente creato aspettative soprattutto all’interno delle aree territorialmente più fragili dal punto di vista dell’economia e della criminalità. Un tour che, partito da Reggio Calabria, si concluderà nel pomeriggio in Campania, a Napoli. Tra le tappe anche Locri. Qui, il rappresentante del Governo, in riunione privata, incontra i sindaci della Locride (che hanno stilato un documento da consegnare al premier) all’interno della Caserma dei carabinieri. Successivamente si recherà a visitare l’ostello Locride, bene confiscato alla ‘ndrangheta e attualmente gestito dalla cooperativa Goel. Abbiamo racconto gli umori all’ingresso del presidio militare.

 


Le interviste a cura di Ilario Balì.

Rocca: «Sulla sanità, risposte concrete»

Rosario Rocca, nelle vesti di presidente del Comitato dei sindaci della Locride, ha parlato dell’importanza del diritto alla salute con conseguente adeguamento del presidio ospedaliero. Pochi giorni fa, si è tenuto un nuovo sit-in nei pressi del nosocomio cui hanno aderito diversi primi cittadini : «Vogliamo risposte concrete su questo versante». Altra nota dolente, il lavoro e la disoccupazione giovanile «che a queste latitudini assume connotati inaccettabili». Ma anche il superamento dell’isolamento del territorio, che conceda a Locri una dignità europea grazie alla presenza di solide infrastrutture  ed un convincente programma di rilancio del turismo culturale.

Belcastro: «Si trovino i fondi per lsu-lpu»

La situazione lsu-lpu, precari da vent’anni è stato al centro del contributo di Caterina Belcastro, sindaco di Caulonia nonché delegata per la Locride alla Città Metropolitana: «È giusto che il premier conosca la situazione di questi 4mila e 500 lavoratori della Calabria. Necessario – aggiunge - che vengano trovati i fondi per consentire di andare avanti nel percorso di stabilizzazione e che questo impegno venga preso e mantenuto da questo Governo».

Calabrese: «Piano straordinario per la Locride»

«Guardiamo con fiducia questa visita quasi improvvisa del presidente del Consiglio» ha commentato il sindaco di Locri Giovanni Calabrese nel rimarcare le emergenze del territorio dall’Ospedale, al diritto alla mobilità: «Chiederemo il finanziamento di un Piano strategico per la Locride con la speranza di dare un futuro ai tanti giovani costretti ad emigrare».

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top