Quota Cento, l’Ugl al fianco dei pensionati

Il sindacato calabrese partecipa ad un incontro sulla riforma del sistema pensionistico che consente un’uscita dal lavoro volontaria se in possesso di requisiti anagrafici e contributivi. Il segretario Cuzzupi: «Interventi diversi sono possibili»

 

3
di Redazione
21 gennaio 2019
16:04
Il segretario Cuzzupi
Il segretario Cuzzupi

Si è tenuto in Roma, nella sede della Confederazione Ugl l’incontro del Comitato direttivo confederale del sindacato. A rappresentare la Calabria il segretario  dell'Unione Regionale Ornella Cuzzupi. L’incontro, presieduto dal segretario generale Francesco Paolo Capone, ha rappresentato  un importante momento d'incontro e di confronto tra i dirigenti nazionali, impegnati nella tutela dei lavoratori associati e dei cittadini, che sempre più spesso si rivolgono alle nostre strutture in cerca di chiarimenti e tutele di ogni genere. Ai lavori del Comitato ha preso parte anche il sottosegretario  di Stato al Lavoro e Politiche Sociali Claudio Durigon, già vice segretario generale dell’Ugl il quale nel corso del suo intervento ha delucidato i presenti sull'importante riforma del sistema pensionistico in relazione alla famigerata “Quota 100”,che consente ai lavoratori pubblici e privati, un’uscita dal lavoro volontaria una volta in possesso dei requisiti  anagrafici e contributivi  richiesti.                               

«Finalmente dopo anni di politiche che hanno solo penalizzato i lavoratori e i pensionati, il governo centrale prova a fare qualcosa di diverso e di fornire una speranza a chi si accinge a lasciare il mondo del lavoro».

Ad affermarlo è il segretario generale della Ugl Calabria Ornella Cuzzupi che ha proseguito: «Il nostro sindacato continuerà a monitorare la vicenda con spirito costruttivo e al fianco dei lavoratori che sono stati per troppo tempo penalizzati, specialmente dopo l’approvazione della legge Fornero. Interventi diversi sono possibili, come si sta dimostrando, e non possono essere sempre i lavoratori, e i pensionati, a sostenere il peso dell’enorme debito pubblico accumulati in lunghissimi anni di cattiva amministrazione dello Stato».

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio