La protesta

Reddito di cittadinanza, 160 navigator assunti in Calabria per trovare lavoro rischiano di restare a casa

VIDEO | Stamattina manifestazione a Catanzaro. Il 31 dicembre scadrà il loro contratto per il quale non è prevista nessuna proroga. Chiesto un incontro in prefettura

265
di Luana  Costa
13 dicembre 2021
11:17

Il 31 dicembre scadrà il contratto di lavoro è ancora non è prevista alcuna proroga. È il caso dei navigator, 2500 in tutta Italia, circa 160 in Calabria, assunti contestualmente all'introduzione dal reddito di cittadinanza per favorire l'incontro una domanda e offerta di lavoro.

E la vertenza assume contorni paradossali dal momento che proprio coloro assunti per trovare nuovi posti di lavoro rischiano adesso il loro. Questa mattina i lavoratori sono scesi in piazza in protesta, al loro fianco le sigle sindacali Uil-Temp e Nidil-Cgil hanno chiesto un incontro in prefettura a Catanzaro.


La manifestazione si sta svolgendo in contemporanea anche a Roma, dove già nei giorni scorsi il sindacato aveva avuto una interlocuzione con il ministero del Lavoro.

Tuttavia, per ora non si profila all'orizzonte alcuna proroga dei contratti né assunzioni per potenziare i centri per l'impiego prevedono riserve o punteggi per favorire la ricollocazione dei lavoratori e già in passato hanno sostenuto una selezione per ricoprire l'incarico di navigator.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top