• Destinazioni
  • Eventi
  • Food
  • Storie
  • Evento Tropea
103
di Serena Laterza
9 agosto 2022
06:30

Storia, tradizioni e costumi rivivono nei musei: ecco dove fare tappa in Calabria

Cultura, usi e costumi prendono vita in alcuni dei musei della Calabria. Ecco alcune delle esposizioni originali dove fare assolutamente tappa

Destinazioni

Non c’è paese o città della Calabria che non possiede un tesoro da scoprire, visitare, godere e valorizzare, come una piazza, una chiesa, una fontana, un museo, dove rivivere la storia e le origini della nostra regione. Proprio questi ultimi, i musei, rappresentano un patrimonio culturale inestimabile, dove rivivere non solo la storia, ma anche la cultura e le tradizioni che caratterizzano il territorio, dai suoi usi e costumi alle sue eccellenze enogastronomiche. A tal proposito, la Calabria riserva numerose esposizioni originali in tutta la regione, dei veri e propri gioielli nascosti che meritano di essere scoperti, visitati e valorizzati, trasformando un weekend o una vacanza in un pacchetto completo tra relax, arte e cultura. Ecco quali sono i cinque musei di tradizione dove fare assolutamente tappa in Calabria: il Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli a Rossano (CS), il Museo del Costume Tradizionale a Tiriolo (CZ), il Museo del Cedro a Santa Maria del Cedro (CS), il Museo del peperoncino a Maierà (CS) e il Museo Carrozze a Cosoleto (RC).

2 di 4
2

Il centro di ricerca e studio etnografico del museo del costume tradizionale a Tiriolo

Tra le proposte legate alla storia e alla cultura del nostro territorio, da non perdere è la visita al Museo del Costume Tradizionale Calabrese, a Tiriolo, in provincia di Catanzaro, inaugurato nel 2006 e allestito all’interno del primo piano dell’edificio che attualmente ospita anche l’Antiquarium Civico. L’esposizione nasce come centro di ricerca e di studio del patrimonio etnografico e storico-antropologico della nostra regione, incentrato sull’evoluzione dell’abbigliamento popolare calabrese, in particolare delle province di Cosenza e di Catanzaro. Alcuni degli abiti esposti sono frutto di attività di studio e recupero, altri sono copie di modelli fedeli agli originali, confezionati dalla maestria artigianale della zona, per un totale di 35 abiti tipici. A capeggiare, l’abito tradizionale di Tiriolo, la cosiddetta “pacchiana”, tramandato di madre in figlia e parte della dote matrimoniale.

Sviluppato in due sale, il museo offre al visitatore una piacevole esperienza dove viaggiare con la fantasia nel tempo, in un’epoca in cui le donne sfoggiavano vestiti di una eleganza e ricercatezza unica, dal vestito di tutti i giorni, a quello della festa, a quello matrimoniale, fino a quello della donna vedova. Sebbene concentrato su una parte di Calabria, il museo tiriolese si connota come una delle collezioni più ricche e interessanti della nostra regione, quale punto di aggregazione per antropologi e etnografi per lo studio degli usi, dei costumi e delle tradizioni popolari calabresi.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top