Covid, la Regione cofinanzia nuovi posti in Rianimazione. Aiuti anche per imprese e trasporti

La giunta regionale della Calabria ha approvato una serie di misure riportanti sostegni al sistema produttivo regionale e ai pendolari del Trasporto pubblico locale

12
2 novembre 2020
22:13

Aumento dei posti letto delle terapie intensive e semi-intensive e riorganizzazione dei pronto soccorso della rete Covid. Su proposta del presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì, la Giunta regionale, nel corso della riunione di oggi, ha deliberato il cofinanziamento delle azioni necessarie per rafforzare gli interventi di contrasto al Covid-19. Il cofinanziamento è a valere sul Por Calabria Fesr Fse 2014/2020. I posti letto delle terapie intensive e semi-intensive  - si legge in una nota stampa - sono stati approvati con il decreto 91 del 2020 del commissario ad acta per il piano di rientro della Regione Calabria.

Aiuti a imprese e trasporti

Sempre nelle scorse ore, la giunta regionale della Calabria ha approvato una serie di misure relative ad aiuti alle imprese, al sistema produttivo regionale e ai pendolari del Trasporto pubblico locale. Su sollecitazione di Spirlì, e dell'assessore al Lavoro, Sviluppo economico e Turismo Fausto Orsomarso, si è deciso per l'istituzione del "Fondo Calabria Competitiva (Fcc)", a valere sull'Asse 3 "Competitività e attrattività del sistema produttivo".


Riapri Calabria

La delibera prevede «Interventi di sostegno ad aree territoriali colpite da crisi diffuse delle attività produttive finalizzate alla mitigazione degli effetti industriali sugli individui e sulle imprese» del Por Calabria Fesr 2014-2020. Contestualmente, viene proposto di demandare al dipartimento Lavoro la predisposizione e l'approvazione dell'accordo di finanziamento, la strategia di investimento e la relativa documentazione.

 

Viene dato anche indirizzo di individuare Fincalabra quale soggetto gestore a cui affidare i compiti di esecuzione per l'attuazione dello strumento. Su proposta di Spirlì e dell'assessorato al Lavoro, Sviluppo economico e Attività produttive è stato deliberato un nuovo avviso pubblico, "Riapri Calabria - Seconda edizione", per l'erogazione di un contributo "una tantum" a sostegno delle imprese che, a prescindere dall'obbligo di sospendere l'attività durante il lockdown, hanno comunque subito e continuano a subire gli effetti negativi della crisi economica generata dalle misure di contenimento conseguenti all'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Lavora Calabria

Inoltre, è scritto in una nota dell'ufficio stampa della Giunta, viene dato indirizzo al dipartimento Lavoro, nonché al dipartimento "Programmazione unitaria, all'adozione del relativo avviso con il supporto dell'ente in house Fincalabra, già individuato come soggetto gestore nella prima edizione delle misure straordinarie avviate. Sempre su proposta di Spirlì e Orsomarso, sono state adottate una serie di misure relative alla concessione di aiuti sotto forma di sovvenzioni per il pagamento dei salari, volti a contenere il rischio di licenziamenti derivanti dalla crisi da Covid-19. La deliberazione dà così il via a un nuovo avviso pubblico denominato "Lavora Calabria - Seconda edizione".

 

Infine, su proposta dell'assessorato alle Infrastrutture, Lavori pubblici, Trasporti e Urbanistica sono state approvate "Misure di tutela per i pendolari del trasporto pubblico locali", in cui si definiscono i criteri per il ristoro del mancato o parziale utilizzo dei titoli di viaggio già acquisiti dagli utenti che, a causa delle determinazioni assunte a seguito dell'emergenza Covid, si sono trovati nelle condizioni di non poterne usufruire. Pertanto, si potrà procederà al rimborso nei confronti degli aventi diritto optando per una delle seguenti modalità: emissione di un voucher oppure prolungamento della durata dell'abbonamento.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio