Parlamentari calabresi unitevi contro il Covid, evitiamo una nuova Bergamo

Fate sentire la vostra voce al Governo. Siete davvero tanti, forse troppi, ma dimostrateci una volta tanto vero senso di appartenenza ed amore verso la terra da cui provenite 

499
di Giuseppe Alonge
13 aprile 2021
16:04

Mentre il virus imperversa, mentre la campagna vaccinale è ingiustificabilmente a rilento, la situazione sanitaria calabrese (particolarmente quella della provincia di Cosenza) potrebbe definitivamente collassare da un momento all’altro. Ci si potrebbe ritrovare una nuova Bergamo, con i camion dell’esercito in fila a trasportare salme.

Mi appello a voi, Onorevoli parlamentari calabresi, di ogni colore e schieramento politico: siete davvero tanti, forse troppi, dimostrateci una volta tanto, una volta per tutte, vero senso di appartenenza ed amore verso la terra da cui provenite, in cui siete stati eletti, e/o per la quale siete stati nominati. Unitevi con senso di sacrificio e responsabilità, mettendo da parte rivalità, invidie e diatribe di ogni sorta.


Chiedete a gran voce (unendovi anche ai sindaci, gli unici che a mani nude stanno provando a fronteggiare questo terribile virus), al governo e ai ministri competenti (avete tutti gli strumenti parlamentari e costituzionali per farlo), di intervenire con solerzia prima che sia davvero troppo tardi. Servono medici e personale sanitario (fateli venire anche da Cuba se non riuscite ad assumerne di nuovi ma, fate presto). Servono nuovamente i presidi sanitari mobili di Emergency e dell’esercito, convertiti a posti letto Covid. Servono più vaccini e personale che sappia davvero organizzare in modo militare e capillare la campagna vaccinale a tappeto.

Non dico che dovete incatenarvi davanti a Montecitorio e a Palazzo Madama (sarebbe anche un’azione coraggiosa e meritoria) ma, se vi rendete conto di non riuscire a smuovere nessuno, di non riuscire ad incidere per nulla, allora dimettetevi in massa. Fatelo per i vostri figli e per i vostri nipoti. Fatelo per la vostra dignità di uomini e donne di questa terra abbandonata e sempre più fragile.

Giuseppe Alonge
Giuseppe Alonge
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top