Consiglio regionale: via libera alla nuova super Commissione, ma c'è la spaccatura dell'Udc

Respinti emendamenti e critiche dell'opposizione, il centrodestra vota l'istituzione del nuovo organismo che si occuperà anche di Agricoltura, Turismo, Commercio e Sport. Al momento della votazione Nicola Paris lascia l'Aula in segno di protesta

19
di Riccardo Tripepi
26 maggio 2020
20:52

Dopo l’approvazione, a maggioranza, delle linee programmatiche illustrate dalla governatrice Jole Santelli, il Consiglio si è concentrato sulla modifica al regolamento consiliare per l’istituzione di una nuova Commissione sul quale ha relazionato il capogruppo di Fi Giovanni Arruzzolo.

Alla fine l’accordo in maggioranza ha spostato l’idea iniziale che voleva un Commissione nuova dedicata ai Fondi Europei che invece acquista nuove e variegate competenze che comprendono: Agricoltura e Foreste, Consorzi di Bonifica, Turismo, Commercio, Sport e Politiche giovanili.

Sul punto ferma è stata l’opposizione del centrosinistra con Iric che tramite Graziano Di Natale ha presentato un emendamento per evitare l’aumento degli organismi e il conseguenze aumento delle spese, concedendo la nuova commissione ma eliminando la Commissione “Riforme” trasferendone le competenze alla prima.

Francesco Pitaro, annunciando il suo voto contrario, ha ammonito: «I calabresi hanno occhi e orecchie per capire cosa state facendo e che state alzando i costi di gestione». Piccata la replica Arruzzolo: «Anche il suo passaggio al Misto ha provocato un aumento dei costi per i calabresi». Voto contrario anche da Pd e Dp, ma la maggioranza ha deciso comunque di andare avanti per la sua strada.


Seppure perde un pezzo per strada: al momento della votazione esce dall’aula il consigliere dell’Udc Nicola Paris. Segnale evidente del malcontento interno al partito dei centristi che, nonostante l’aumento del numero delle Commissioni, rimarrebbe fuori dalle presidenze. E, dunque, proprio Paris rimarrebbe escluso dagli incarichi nonostante sia stato il più votato del partito di Cesa. Un brutto segnale in vista della discussione che si aprirà nella maggioranza per comporre definitivamente il puzzle delle presidenze dellr Commissioni che saranno eletti in occasione della prossima seduta di Consiglio che dovrebbe svolgersi ai primi di giugno.

 

LEGGI ANCHE:

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio