Coronavirus: positivo anche Cirielli, commissario di Fdi a Reggio

È il secondo deputato ad aver contratto il Covid-19. Era stato inviato in Calabria dopo l'inchiesta “Libro nero”. «Infettato alla Camera»

37
di Pietro Bellantoni
12 marzo 2020
11:10
Edmondo Cirielli
Edmondo Cirielli

Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d'Italia e questore della Camera, è risultato positivo al test del Coronavirus. È il secondo parlamentare ad aver contratto il virus.

Ufficiale dell'Arma e politico di lungo corso, il parlamentare campano è da poco meno di un anno è uno dei politici di riferimento di Fratelli d'Italia in Calabria.
Deputato e questore della Camera dei deputati, nell'agosto dello scorso anno, dopo l'arresto del consigliere regionale Alessandro Nicolò nell'ambito dell'inchiesta “Libro nero”, viene nominato da Giorgia Meloni commissario provinciale di Fdi a Reggio Calabria.

Nel novembre successivo, Cirielli affianca la commissaria regionale Wanda Ferro nella formulazione delle liste per le Regionali e diventa responsabile elettorale per quella della circoscrizione Sud (Reggio).

Nella bufera per Creazzo

Cirelli è finito nella bufera politica subito dopo l'arresto per scambio elettorale politico mafioso del neo consigliere di Fdi Domenico Creazzo. «Sono mortificato per l'accaduto, ma basta con la speculazione politica sulle elezioni regionali in Calabria. La decisione di candidare Creazzo è stata solo mia. Il suo arresto è grave, ma dalla commissione parlamentare Antimafia non abbiamo ricevuto alcuna segnalazione», aveva dichiarato il commissario.

 

«Come dichiarato dal procuratore capo della Dda, Giovanni Bombardieri – aveva spiegato ancora il parlamentare –, l’inchiesta giudiziaria non riguarda sigle politiche o partiti ma singole persone. FdI non ha – come non li ha nessun partito – strumenti ispettivi sui candidati. La nostra lista, come le altre, è passata al vaglio della commissione parlamentare Antimafia guidata da Nicola Morra. Ebbene, nessuno dei nostri candidati, compreso Creazzo, è stato “segnalato” da tale organismo alla vigilia della tornata elettorale, segno, dunque, che era una persona che mai aveva dato adito a sospetti. Dunque, non vi era alcun motivo per non candidarlo».

Cirielli è stato eletto per la prima volta alla Camera con Alleanza nazionale nel 2001 ed è anche stato membro della commissione Giustizia. Nel 2009 l'elezione a presidente della Provincia di Salerno. L'adesione a Fdi risale al 2012.

 

Ieri era in missione

Cirielli non ha partecipato all'unica votazione in programma ieri alla Camera, quella sullo scostamento di bilancio. Il questore di Montecitorio, secondo il resoconto della seduta di ieri, era in missione. Da quanto si apprende, a fine febbraio ha partecipato a una riunione del collegio dei questori, alla quale sono presenti i vertici dell'amministrazione della Camera.

«Mi sento bene, ho avuto solo per due giorni forte tosse notturna e febbre a 37.5». Così il parlamentare in un'intervista al "Secolo d'Italia". «Ho chiesto il test – ha detto ancora – perché in settimana avevo lavorato con gli altri due questori e incontrato un ministro per questioni riguardanti la sicurezza della Camera». Di conseguenza, il «virus quasi certamente l'ho contratto alla Camera, perché sono meridionale e non ho avuto contatti intensi con nessuno peraltro. Ma alla Camera c'erano tantissime persone, la metà del Nord».

Giorgia Meloni ha subito manifestato la vicinanza del suo partito al deputato: «Tutto il nostro movimento si stringe a lui e alla sua famiglia. Forza Edmondo, sei un combattente e supererai con coraggio anche questa». 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio