Regionali, Cuda: «Pd primo partito in provincia di Catanzaro. Grazie»

Il segretario della federazione catanzarese considera la sconfitta «un punto da cui ripartire per mettere in rete le tante competenze presenti sul territorio»

71
di Redazione
29 gennaio 2020
06:48
Gianluca Cuda
Gianluca Cuda

«Al di là del risultato uscito dalle urne, mi sento di ringraziare quanti ci hanno dato fiducia nella provincia di Catanzaro che, grazie al 16,75% dei consensi che ci hanno voluto tributare, ci hanno permesso di diventare il primo partito nella provincia di Catanzaro, come, del resto, in Calabria. Un segnale positivo da cogliere a dimostrazione che la strada di rinnovamento intrapresa è quella giusta. L’idea di partito, che come nuova classe dirigente abbiamo intenzione di realizzare, quindi, è un’idea che ha convinto i calabresi che hanno deciso di premiare questo nuovo percorso dandoci fiducia». Così un comunicato di Gianluca Cuda, segretario Pd federazione di Catanzaro.

 

«Ringraziamenti vanno anche al candidato alla presidenza della Regione, Filippo Callipo – prosegue - che, nonostante il ritardo con cui è iniziata la sua campagna elettorale, si è speso per cercare di far conoscere il nostro progetto per la rinascita della Calabria, non lasciando nulla al caso. Credendo nella democrazia, accettiamo la sconfitta ma saremo vigili nel tutelare gli interessi della nostra regione che, come abbiamo avuto modo di apprezzare, qualora ci fossero dei dubbi, ha nel suo tessuto sociale potenzialità che devono necessariamente essere valorizzate per poter contribuire allo sviluppo della Calabria».

 

Cuda ricorda poi che «come federazione di Catanzaro, in questi mesi, abbiamo avviato un iter di rinnovamento che ha fatto sì che molti abbiano deciso di abbandonare il Partito per approdare ad altri lidi, comprendendo che la strada intrapresa dalla nuova classe dirigente è una strada di cambiamento vero e di apertura alle forze positive che vogliono dare il proprio contributo per la crescita della nostra società. Ecco perché ritengo che la sconfitta di Callipo nella corsa alla presidenza della Regione deve rappresentare un punto da cui ripartire per mettere in rete le tante competenze presenti sul territorio, diventando noi stessi cassa di risonanza per le stesse e contribuendo alla loro valorizzazione».

 

«A nome del Pd di Catanzaro, infine – conclude -, mi sento di ringraziare tutti i candidati che in queste settimane si sono dedicati con passione a quella che è stata indubbiamente una difficile ma esaltante campagna elettorale, un plauso con gli auguri di buon lavoro va a Libero Notarangelo, primo degli eletti della lista del Pd, senza dimenticare tutti coloro i quali hanno creduto nel progetto messo in campo e, nonostante i tempi ristretti, lo hanno portato avanti impegnandosi nel tentativo di far conoscere ai calabresi quella che era ed è la nostra idea di Calabria».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio