«Forza Roberto! Forza Calabria!», da Berlusconi a Tallini le reazioni alla candidatura di Occhiuto

La corsa verso la Cittadella del portavoce alla Camera di Forza Italia è ufficialmente iniziata. Numerose le congratulazioni da parte di esponenti politici regionali e nazionali 

522
di Redazione
16 giugno 2021
18:33
Roberto Occhiuto
Roberto Occhiuto

Roberto Occhiuto è il candidato a presidente della Regione Calabria per il centrodestra. La corsa verso la Cittadella del portavoce alla Camera di Forza Italia è ufficialmente iniziata. Numerose le congratulazioni da parte di esponenti politici regionali e nazionali.

Silvio Berlusconi

«Roberto Occhiuto, eccellente imprenditore e nostro bravissimo capogruppo alla Camera dei deputati, è il candidato del centrodestra alla guida della Regione Calabria. Sarà capace non solo di vincere le elezioni, ma anche di governare bene una Regione bellissima, che ha molte potenzialità inespresse. Non vedo l'ora di tornare in Calabria per dare il mio contributo. Forza, Roberto! Forza Calabria!».


Giuseppe Mangialavori

«La designazione di Roberto Occhiuto quale candidato alla presidenza della Regione Calabria è, per quanto ampiamente annunciata nei mesi scorsi, una notizia straordinaria non solo per il centrodestra, ma per l'intera Calabria, per i calabresi. Roberto è l'uomo giusto al posto giusto, in un momento di straordinaria difficoltà per la nostra regione e per l'Italia. La sua esperienza, il suo spirito di servizio, la sua onestà, le sue competenze, sono la garanzia di un successo che sarà prima elettorale e, successivamente e progressivamente, amministrativo». Così il coordinatore regionale di Forza Italia Giuseppe Mangialavori.

«Roberto Occhiuto - continua - guiderà una coalizione unita come non mai e decisa a sbaragliare quel che resta di un centrosinistra litigioso, frammentato, eterodiretto dalle conventicole romane, sempre più succube del correntismo interno e dei giochi per la poltrona dei vari ras locali. Roberto Occhiuto, invece, potrà contare su una squadra composta da partiti con una forte identità politica ma capaci ogni volta di creare una federazione elettorale e amministrativa coesa, con un unico scopo: perseguire un comune programma di sviluppo e crescita per la Calabria. Una coalizione, quella di centrodestra, che ha confermato la titolarità di Forza Italia nella scelta del candidato governatore. Il presidente Silvio Berlusconi, con il pieno accordo e sostegno del coordinatore nazionale Antonio Tajani e della segreteria regionale che ho l'onore di guidare, ha da subito, con convinzione e senza tentennamenti, puntato sulla leadership di Roberto Occhiuto».

«Adesso - conclude Mangialavori - tutto è pronto. Forza Italia c'è, il centrodestra c'è: tra pochi mesi Roberto Occhiuto sarà il presidente che porterà la Calabria nella sua nuova storia».

Domenico Tallini

«L'indicazione di Roberto Occhiuto a candidato presidente della Regione, come ha appena annunciato il presidente Berlusconi, è il naturale sbocco di un percorso che abbiamo intrapreso, all'indomani della cocente sconfitta del 2014, assieme all'indimenticabile Jole Santelli. Quando tutti davano per finiti in Calabria il centrodestra e Forza Italia, siamo riusciti ad invertire la rotta conquistando i Comuni di Catanzaro e Cosenza, ma soprattutto avviando un'innovativa fase di elaborazione politico-programmatica». Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale Domenico Tallini, coordinatore provinciale di Forza Italia a Catanzaro.

«La grande assemblea di Lamezia Terme nell'aprile del 2019, con la presenza di migliaia di cittadini - prosegue Tallini - è stato il momento più alto di tale percorso. Quella straordinaria manifestazione ha mostrato il volto migliore del centrodestra di governo, capace di parlare anche alle nuove generazioni e di aprire nuove prospettive in materia di ecologia, innovazione tecnologica, energie rinnovabili, economia della conoscenza. Fondamentale in quella fase l'apporto del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, di Jole Santelli, e non trascurabile il contributo del partito di Catanzaro che ho l'onore di guidare. Quel percorso riformista, moderno e innovativo, è stato interpretato dalla prima presidente donna della storia del regionalismo calabrese. Roberto Occhiuto ne è il naturale continuatore per cultura, capacità politica, intelligenza, visione moderna delle cose».

«La sua non sarà una sfida facile. Per la Calabria - sostiene ancora Tallini - sarà l'ultima occasione. Roberto Occhiuto dovrà riuscire dove hanno fallito tutti i suoi predecessori (alla Santelli il destino non lo ha consentito), cambiare profondamente la burocrazia regionale, superare il commissariamento della sanità, modernizzare sul serio turismo e agricoltura. Rinunciando al suo ruolo nazionale, ha dimostrato di volere accettare fino in fondo questa sfida».

Mara Carfagna

«In bocca al lupo a Roberto Occhiuto per la sua candidatura alla presidenza della Regione Calabria. L'amore per la sua terra, la determinazione e l'impegno che lo caratterizzano lo porteranno alla vittoria. Il centrodestra ha scelto la persona migliore per la Calabria» Lo dichiara Mara Carfagna, ministro per il Sud e la Coesione territoriale.

Maurizio Gasparri 

«Roberto Occhiuto è la scelta migliore che si potesse fare per la Regione Calabria. La sua esperienza, il suo legame con il territorio sapranno proseguire il lavoro di rilancio e di valorizzazione già avviato. L'amore per la sua terra lo spinge a lasciare gli incarichi romani per tornare e dedicarsi completamente alla Calabria. Sono certo che i cittadini premieranno questa scelta che troverà anche molti di noi come sempre in prima linea per sostenerla». Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri responsabile nazionale Enti Locali di Forza Italia

Marco Siclari

«La scelta di Roberto Occhiuto quale candidato alla Presidenza della Regione Calabria è la logica e giusta conseguenza della linea seguita ed adottata da Forza Italia per assicurare alla regione una guida forte ed autorevole». Lo afferma il senatore di Fi, Marco Siclari, in una nota.

«Oggi la scelta cade sul capogruppo alla Camera, su un politico giovane ma di esperienza, che saprà dare un volto nuovo e migliore alla mia regione che ha bisogno di essere amministrata e governata finalmente bene e con un approccio che miri allo sviluppo e al riscatto. E per questa ragione che ho sempre sostenuto all’interno del partito la candidatura di Roberto Occhiuto. Sono certo che Roberto, con l'aiuto di tutti noi esponenti calabresi del partito e con il sostegno degli alleati della coalizione di centrodestra, saprà essere il migliore interprete della voglia di rinnovamento dei calabresi. Ha così concluso il senatore azzurro capogruppo in commissione salute».

Coraggio Italia

«Siamo soddisfatti che il centrodestra in maniera coesa abbia scelto il nome di Roberto Occhiuto come candidato presidente della regione Calabria». Lo dichiarano i deputati di Coraggio Italia Cosimo Sibilia e Felice Maurizio D'Ettore.

«Una candidatura forte la sua- aggiungono- persona competente, di grande esperienza, dotata di autorevolezza politica e legatissima al proprio territorio. Noi di Coraggio Italia lo sosteniamo con forza e convinzione. Siamo certi che Roberto Occhiuto farà sicuramente bene in una regione che merita una buona politica amministrativa in continuità con l'esperienza di governo del centrodestra unito».

Giuseppe Moles

«La candidatura di Roberto Occhiuto a governatore della Calabria è la scelta migliore che il centrodestra potesse fare. Roberto ha tutte le carte in regola per vincere e per guidare con competenza e determinazione una meravigliosa Regione, ricca di storia, cultura e bellezza. Sono convinto che grazie alla sua esperienza, alle sue qualità umane e politiche e all'amore per la sua terra, la Calabria potrà continuare a crescere». Così in una nota Giuseppe Moles, sottosegretario all'Editoria e Vice Presidente dei Senatori di Forza Italia.

De Caprio: «Grande soddisfazione»

«È grande la soddisfazione per la scelta di un candidato di Forza Italia alla carica di governatore della Calabria». È quanto ha affermato il capogruppo azzurro in Consiglio regionale, Antonio De Caprio, a poche ore dall’ufficialità.

«Negli ultimi anni – ha dichiarato De Caprio – Forza Italia è cresciuta molto in Calabria. Un  partito che si è contraddistinto in termini di consensi, rispetto alle altre regioni italiane, incarnando quei principi liberali tanto cari al presidente, Silvio Berlusconi.

Nella nostra regione – ha continuato Antonio De Caprio – la compagine è unita e coesa. Ha sempre lavorato tanto sia dal punto di vista politico che amministrativo, ottenendo grandi risultati. A tal riguardo – ha asserito il capogruppo di FI in assemblea legislativa - siamo contenti che la scelta del candidato governatore sia ricaduta sull’onorevole, Roberto Occhiuto, capogruppo forzista alla Camera dei deputati. Non è stata una sorpresa. Era da mesi che circolava il suo nome. Una guida per il partito. Una personalità brillante che ha saputo portare in Parlamento le istanze dei cittadini a livello nazionale e locale. A lui il nostro sostegno».

Sergio Abramo: «Riconosciute competenze»

«Ho accolto con estrema soddisfazione l’ufficializzazione della candidatura a governatore per il centrodestra di Roberto Occhiuto. Un politico al quale vanno riconosciute competenze e professionalità, e con il quale posso dire con orgoglio di aver condiviso un bellissimo percorso insieme, da consigliere regionale, che ricordiamo entrambi con piacere. Se la scelta del centrodestra è ricaduta su Roberto vuol dire che anche a livello nazionale la sua azione politica è stata apprezzata, come dimostrano gli importanti incarichi ricevuti in Parlamento all’interno di Forza Italia. Sono sicuro che saprà condurre al meglio la campagna elettorale e che in lui i calabresi vedranno una persona perbene capace di rilanciare la regione dopo le durezze di questo periodo contrassegnato dalla pandemia». Così Sergio Abramo, sindaco di Catanzaro.

Cannizzaro: «Lui unica chance»

«Mancava solo l’ufficialità, ma tutti sapevamo sin dall’inizio che c’era solo un nome in corsa per questo ruolo, quello del nostro capogruppo alla Camera. Nessun dubbio, nessun ripensamento, nessun dissidio attorno alla sua figura dal primo momento che questo nome è stato fatto in vista delle elezioni regionali prossime». Così in una nota il deputato FI Francesco Cannizzaro. «Diplomatico nato, uomo di carisma, politico navigato, e (non meno importante) calabrese vero, Roberto è senz’altro il profilo giusto sotto tutti i punti di vista. Lo dico non solo per i rapporti personali tra noi, ma soprattutto per aver condiviso anni di vita parlamentare, battaglie politiche, emendamenti, esperienze tangibili. E la diversità di vedute in alcune circostanze, piuttosto che scalfire il nostro rispetto reciproco, è stata da noi sfruttata come punto di forza e non come limite, per il Partito, per il Paese, per il Sud, per la Calabria. Contestualmente, non posso esimermi dal salutare un “traghettatore” che si è guadagnato sul campo il rispetto della politica: Nino Spirlì, che dall’oggi al domani si è ritrovato a gestire l’emergenza nell’emergenza, guidando una Giunta di livello, formata da assessori più che competenti e dal curriculum pesante. Da adesso in poi guardiamo tutti insieme al futuro, l’autunno è dietro l’angolo».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top