Lamezia, i Cinquestelle ricorrono al Consiglio di Stato: «Al voto in tutte le sezioni»

I pentastellati non si accontentano della decisione del Tar che prevede il ritorno alle urne in quattro sezioni: «Il fine di tale appello è la ricerca della verità, della trasparenza e dell'onestà»

3
di T. B.
31 dicembre 2020
19:19

Durante la conferenza stampa con la quale aveva commentato la decisione del Tar di rinnovare il voto in quattro sezione elettorali, Silvio Zizza, ex candidato a sindaco e uno dei ricorrenti, aveva annunciato di stare valutando con i suoi avvocati il ricorso al Consiglio di Stato per avere un annullamento totale del voto. Ora quella che era un’ipotesi si è concretizzata.


Zizza, assistito dai legali Giuseppe Pitaro e Gaetano Liperoti, ha fatto appello alla decisione. Lo annuncia il Meetup Lamezia Cinque Stelle il quale spiega in una nota che «al di là delle motivazioni che da altri vengono attribuite a questa decisione, il fine di tale appello è la ricerca della verità, della trasparenza e dell'onestà, principi i quali dovrebbero appartenere a tutti i politici e amministratori o presunti tali che spesso si riempiono la bocca di parole come legalità o amore verso la città di Lamezia Terme».



«Dobbiamo però amaramente constatare – aggiungono i pentastellati - che in seguito alla sentenza del Tar molti degli pseudo-politici lametini non hanno fatto altro che lamentarsi dell'esito della sentenza: lamentele però basate sul presunto blocco dell'amministrazione e non sugli squallidi scandali usciti fuori dalle motivazioni della sentenza (davvero uno strano modo di difendere e amare Lamezia!)».


«Cogliamo l'occasione per ringraziare i portavoce M5s Alessandro Melicchio, Anna Laura Orrico, Bianca Laura Granato, Dalila Nesci, Elisabetta Barbuto, Federica Dieni, Giuseppe d’Ippolito, Giuseppe Auddino, Massimo Misiti, Paolo Parentela, Riccardo Tucci, nonché tutti gli attivisti e i cittadini per il sostegno morale ed economico con il quale hanno contribuito a portare avanti una battaglia di legalità e giustizia. Auguriamo alla città di Lamezia Terme- concludono - un sereno 2021 con la speranza che il nuovo anno porti finalmente un po' di giustizia e serenità ad una città che troppo spesso viene calpestata proprio da tutti quegli amministratori inadeguati che promettono amore solo sui social o sulle testate giornalistiche».

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top