Fase 2 Calabria, Santelli si adegua al decreto Conte: firmata l'ordinanza

Il provvedimento recepisce le indicazione del Dpcm in materia di ristorazione e di servizi alla persona. Ecco i principali punti

117
di Redazione
18 maggio 2020
07:10
Jole Santelli
Jole Santelli

Jole Santelli, presidente della Regione Calabria ha firmato l'ordinanza sulle linee guida per la Fase 2 dell'emergenza che prevede la riapertura delle attività economiche e produttive.

Il provvedimento, archiviate le polemiche sulla decisione della governatrice calabrese di aprire bar con tavoli all'aperto che aveva scatenato un contenzioso con il Governo sfociato in un ricorso al Tar della Calabria che aveva visto prevalere le tesi dell'Esecutivo nazionale, recepisce le indicazioni del Dpcm in materia di ristorazione e di servizi alla persona sulla base delle "misure approvate dalla Conferenza delle Regioni e autorizzate dal Governo".

Spiagge e stabilimenti balneari


Le attività relative agli stabilimenti balneari e spiagge sono consentite a partire dal 20 maggio 2020. Le attività sportive o motorie di base in palestre, piscine, centri e circoli sportivi dal 25 maggio. Off limits spettacoli teatrali, concerti, cinema fino al 14 giugno 2020 e sospese attività sale giochi,scommesse, bingo. Obbligo di mascherine e gel igienizzante.

Ristorazione

Nell'ordinanza, in materia di ristorazione, si precisa che le indicazioni "si applicano per ogni tipo di esercizio di somministrazione di pasti e bevande, quali ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie, catering".

Nei locali che dispongono di posti a sedere si stabilisce di privilegiare l'accesso per tramite di prenotazioni, mantenendo l'elenco dei clienti per 14 giorni. Vietata la presenza di un numero di clienti superiore ai posti a sedere. I clienti, da far accomodare in numero limitato, devono mantenere una distanza di almeno un metro.

È privilegiato l'utilizzo di spazi esterni con la distanza di un metro. Consumazione al banco consentita solo se può essere mantenuta la distanza interpersonale di almeno 1 metro. Non consentita la consumazione a buffet.

È obbligatorio l'utilizzo della mascherina, assieme ad una frequente igiene delle mani, da parte del personale di servizio a contatto con i clienti. Anche per i clienti, obbligo di indossare Dpi ogni volta che si alzeranno dal tavolo. Al termine di ogni servizio al tavolo andranno previste tutte le consuete misure di disinfezione delle superfici.

Parrucchieri ed estetisti

Prenotazione e mantenimento dell'elenco dei clienti per 14 giorni anche per acconciatori, barbieri ed estetisti. I clienti potranno sostare all'interno dei locali limitatamente al tempo indispensabile per fruire del servizio. Va garantito un metro di separazione tra le postazioni di lavoro e tra i clienti.


Per operatore e cliente obbligo delle mascherine a protezione delle vie aeree. Previsto l'utilizzo della di visiera protettiva e mascherina FFP2 senza valvola per i servizi di estetica. Anche in questo caso frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche. Igienizzazione delle postazioni di lavoro dopo ogni cliente e pulizia e disinfezione dei servizi igienici. No a saune e idromassaggi.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio