Consiglio regionale, l'ultima seduta il 10 novembre. Attesa per la data delle elezioni

VIDEO | All'esame dell'assemblea la doppia preferenza di genere e una rimodulazione del spesa comunitaria. In conclusione Tallini congederà i consiglieri che potranno essere riconvocati soltanto per atti urgenti e indifferibili (ASCOLTA L'AUDIO)

16
di Riccardo Tripepi
23 ottobre 2020
19:27

Si terrà il prossimo 10 novembre quella che potrebbe essere l’ultima seduta di Consiglio regionale per questa legislatura. Lo ha stabilito la Conferenza dei capigruppo che si è riunita a palazzo Campanella sotto la guida del presidente Mimmo Tallini. Ai lavori, seppure soltanto per una parte, ha partecipato il presidente f.f. Nino Spirlì con il quale i capigruppo si sono confrontati sulla gestione della delicata fase che si è aperta dopo la prematura morte di Jole Santelli.

Le prossime elezioni

Si è discusso soprattutto della data delle prossime elezioni regionali con il capogruppo del Misto Francesco Pitaro che ha chiesto a Spirlì di rispettare normative e sentenze, fornendo anche l’ultima ordinanza del Tar in materia, che prevede la convocazione dei comizi elettorali entro i 90 giorni dallo scioglimento del Consiglio. Spirlì ha comunque sostenuto la necessità di un confronto continuo con il governo Conte anche in relazione all’aggravarsi dell’emergenza Coronavirus.


All’ordine del giorno della prossima seduta arriverà la legge che introduce la doppia preferenza di genere, sottoscritta dai presidenti di tutti i partiti, per rendere la legge elettorale calabrese conforme alla Costituzione, oltre ad una rimodulazione della spesa comunitaria che Tallini ha definito come «la più grande rimodulazione di circa 500 milioni di euro nella storia della Regione».

La cittadella intitolata a Santelli

L’Assemblea prenderà poi atto della delibera di giunta con la quale è stata intitolata la Cittadella a Jole Santelli e il presidente, in considerazione della morte della governatrice, procederà alla messa in congedo dei consiglieri regionali. Il Consiglio comunque rimarrà in carica fino alle elezioni e potrebbe essere riconvocata soltanto per il compimento di atti urgenti e indifferibili.

Tallini: «Non abbiamo nulla da rimproverarci»

«Questo Consiglio regionale - ha detto Tallini -non ha nulla da rimproverarsi. Ha fin qui orgogliosamente fatto per intero e fino in fondo, spesso in condizioni di estrema difficoltà, il proprio dovere, al servizio e a tutela dei calabresi. In otto mesi di consiliatura, l’Assemblea regionale ha dato prova di efficienza, utilizzando le economie di bilancio per 8 milioni di euro e di concreta vicinanza ai calabresi in un momento di particolare difficoltà, destinando tre milioni di euro agli studenti universitari fuori sede nel pieno della pandemia Covid-19. Ancora – ha ricordato Tallini-, un milione di euro è stato dato alla Fondazione del Banco Alimentare regionale. Giunti a questo punto, con tanto dolore ancora nel cuore per la scomparsa di Jole Santelli, l’impegno di tutti noi – ha concluso Tallini-, è quello di portare a termine, nel migliore modo possibile e nel pieno rispetto della legislazione vigente, l’XI legislatura».  

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio