Via libera della giunta al bilancio di previsione 2016-2018

Ieri la giunta regionale ha dato il via libera al bilancio di previsione finanziario della Regione Calabria per gli anni 2016-2018. Ora dovrà passare all’esame del Consiglio

di Riccardo Tripepi
17 dicembre 2015
07:21

Si stringono i tempi per arrivare all’approvazione del bilancio entro la fine dell’anno. Ieri la giunta ha dato il via libera ai tre disegni di legge che adesso dovranno passare all’esame del Consiglio e cioè il bilancio di previsione finanziario della Regione Calabria per gli anni 2016-2018; il provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e procedurale (il collegato alla manovra di finanza regionale per l'anno 2016), e la "legge di stabilità regionale 2016", il vero e proprio bilancio di previsione. Il testo che ancora non è mai stato consegnato ai consiglieri dovrebbe arrivare in Commissione “Bilancio” domani, duranta la seduta che è stata convocata ad horas e alla quale dovrebbe prendere parte anche il governatore Mario Oliverio. L’organismo avrà davvero poco tempo per esaminare la manovra finanziaria elaborata dalla giunta dei tecnici ed emendarla. Il 28 dicembre, infatti, è prevista la riunione del Consiglio regionale per l’approvazione definitiva che dovrebbe evitare l’utilizzo dell’esercizio provvisorio.
Sempre durante la seduta della giunta di ieri, su proposta del presidente Oliverio, è stata poi approvata la rimodulazione del Piano finanziario, assi III e VIII del Por Calabria fesr 2007-2013 e le integrazioni al documento descrittivo del sistema di gestione e controllo del Por Calabria Fse 2007/2013 e del manuale dei controlli di primo livello del programma medesimo.
Sono state approvate, inoltre, su proposta del vicepresidente ed assessore al Bilancio Antonio Viscomi, una serie di variazioni di bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2015 ed è stato deliberato il riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio derivanti da sentenze esecutive notificate all'amministrazione regionale e da acquisto di beni e servizi senza il preventivo impegno di spesa. È stata approvata la nuova struttura organizzativa della Giunta regionale e la metodologia di graduazione delle funzioni dirigenziali ed è stata revocata, allo stesso tempo la struttura organizzativa della Giunta regionale approvata con Dgr n. 428 del 20 novembre 2013.
La conclusione dell’anno, insomma, si annuncia molto complessa per il centrosinistra al governo della Regione. Prima della seduta di Consiglio del 28 dicembre, ci sarà quella già fissata per il 22 durante il quale dovrebbero essere passate in rassegna anche le linee guida sul piano regionale dei rifiuti che arriva oggi in Commissione “Ambiente” e che ha già provocato parecchie discussioni all’interno della maggioranza.


Riccardo Tripepi

Giornalista
COMMENTI
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio