Attende 4 mesi per un controllo anticancro ma il medico non c'è

VIDEO | Il racconto di una paziente 47enne guarita da un tumore al seno e obbligata a effettuare screening periodici. Nel poliambulatorio dell'Asp di Catanzaro il dottore di turno si assenta perché ammalato e la lista d'attesa salta. Alla donna non è restato che rivolgersi a una struttura privata e spendere 130 euro

86
di Luana  Costa
24 luglio 2019
13:26
Francesca, nome di fantasia
Francesca, nome di fantasia

«È una cosa assurda. Sono rimasta basita. Mi sono detta: "È impossibile che in una struttura pubblica non ci sia un medico che sostuisca l'altro. È impossibile rimanere scoperti in questo modo"». Pensava così Francesca, nome di fantasia per una storia purtroppo vera, lunedì mattina mentre stupita apprendeva al telefono che le visite mediche che aveva prenotato circa quattro mesi fa erano state annullate perchè il medico è malato

 

«Mesi fa avevo prenotato un ecoaddome e un ecomammaria. Ieri mattina mi hanno chiamato dal poliambulatorio dell'Asp per dirmi che il medico si è ammalato per cui devono annullare la prenotazione e devo provvedere io un'altra struttura». Francesca ha 47 anni e ormai fortunatamente alle spalle una diagnosi di tumore al seno. Periodicamente effettua i controlli semestrali e quelli che avrebbe dovuto eseguire lunedì lo aveva prenotati in previsione della visita oncologica fissata il 7 settembre. «Siccome la tempistica è lunga per effettuare questi esami, ho chiamato sia in ospedale che al policlinico Mater Domini ma le uniche prenotazioni possibili erano nel 2020. Di conseguenza sono stata costretta a prenotare queste visite in una struttura privata a pagamento pur essendo beneficiaria di un'esenzione. E' assurdo che io debba pagare degli esami che mi spettano di diritto».

 

Per non saltare la visita oncologica, è stata costretta rivolgersi ad una nota clinica privata e sostenere una spesa di 130 euro per entrambi gli esami. Ma ha voluto che il disservizio divenisse di dominio pubblico e così ha denunciato l'accaduto al Codacons. «Mi hanno arrecato un danno perchè, sono stata costretta ad andare per forza a pagamento perchè la tempistica è lunga per prenotare questi esami. E come me tante persone devono provvedere sempre un anno prima addirittura a prenotare gli esami».

 

Luana Costa

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio