Aborto farmacologico a Cosenza, l'Azienda ospedaliera attiva il servizio

Entro la settima settimana sarà possibile praticare l'interruzione volontaria di gravidanza senza dover ricorrere ad intervento chirurgico. Ecco il percorso per accedere al servizio

di Salvatore Bruno
19 maggio 2020
07:00
30

Anche nei reparti dell’Azienda ospedaliera di Cosenza è stato attivato il servizio di aborto farmacologico. Consente di praticare l’interruzione volontaria di gravidanza entro la settima settimana senza la necessità di ricorrere ad intervento chirurgico, riducendo sensibilmente rischi e disagi per le donne.

Dal certificato alla somministrazione del farmaco

Per ricorrere alla somministrazione del farmaco è necessario recarsi in un consultorio per il rilascio del certificato per Ivg. Il documento andrà esibito agli assistenti sociali preposti a fissare l’appuntamento per l’interruzione di gravidanza e che ricevono negli uffici della direzione sanitaria, al plesso H del nosocomio dell’Annunziata, dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle ore 14 e nei pomeriggi di martedì e giovedì, dalle 14,30 alle 17,30.

L’accesso in ospedale

Entro una settimana dalla data di emissione del certificato, la donna che intende avvalersi dell’aborto farmacologico, avrà accesso in ospedale ad un percorso articolato in tre giornate consecutive. Nelle prima sarà sottoposta ad analisi di routine, nella seconda riceverà la prima somministrazione del farmaco, nella terza riceverà la seconda e ultima somministrazione. A distanza di un mese dovrà poi sottoporsi ad una visita di controllo.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio