Cariati, occupano l'ospedale per chiederne la riapertura ma l'Asp valuta una casa salute

I manifestanti sollecitano la riattivazione del Cosentino ma i vertici dell'Azienda sanitaria provinciale hanno piani diversi. Unica nota positiva, l'aumento dei posti letto della rsa

25
di Matteo Lauria
22 novembre 2020
20:43

Presidio permanente di occupazione all’interno del presidio ospedaliero Vittorio Cosentino di Cariati, in provincia di Cosenza. L’iniziativa è promossa dal movimento Le Lampare, unitamente a comitati, movimenti e associazioni.

 

I movimentisti sono riusciti ad ottenere un sopralluogo ispettivo all’ospedale da parte del commissario dell’Asp di Cosenza Cinzia Bettelini ma gli esiti, a parete degli organizzatori, sono stati deludenti. I vertici aziendali sono infatti indirizzati a convertire il presidio di Cariati in Casa della salute. Unico risultato positivo è l’aumento dei posti letto della Rsa da 10 a 20 e l’invio del personale Oss necessario per lo svolgimento di tale attività.

 

L’intera organizzazione ribadisce che i fondi disponibili per riaprire il Vittorio Cosentino ci sono, ed è per queste ragioni che rivendicano i seguenti punti: reinserimento del Vittorio Cosentino nella rete ospedaliera; assunzione immediata di personale sanitario; investimento di strumentazione e attrezzature mediche; piano straordinario per la Sanità pubblica in Calabria; investimenti nella medicina territoriale; stop allo strapotere delle cliniche private.  

 

 

--

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio