Il Covid-19 non ferma le donazioni, a Cosenza raccolte 854 sacche di sangue

In piena emergenza coronavirus, continua il lavoro dell'Avis: «Il cuore grande dei donatori continua a stupirci». Il programma per il mese di aprile 

361
di Redazione
3 aprile 2020
11:45

Ben 854 sacche di sangue raccolte, 180 volontari coinvolti e 18 mila chilometri percorsi da sette autisti per consegnare, ai centri trasfusionali, sangue e provette. Sono alcuni dei numeri del mese di marzo resi noti dall'Associazione italiani volontari sangue(Avis) provinciale di Cosenza a cui fanno capo 30 sedi comunali. A darne notizia è un comunicato dell'associazione.

 

«Un lavoro essenziale quello della raccolta di sangue - è detto nel comunicato - portato avanti dalle Avis nel periodo di quarantena, nonostante i limiti e le restrizioni imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus. In tutta la provincia sono state effettuate ben 38 iniziative di donazione con 900 ore di volontariato».

LEGGI ANCHE: Ospedale di Cosenza a corto di sangue. L'appello: «Andate a donare»

Il lavoro dell’Avis

«Il grande cuore dei donatori continua a stupirci - afferma il segretario dell'Avis provinciale, Giuseppe Muto - non si sono fatti fermare da paure e disinformazione e noi li ringraziamo per questo. Un ringraziamento va a tutto lo staff e ai volontari delle Avis comunali che hanno continuato a raccogliere sangue e a sensibilizzare i donatori anche grazie alla campagna promozionale dell'Avis nazionale, #EscoSoloPerDonare».

 

«La macchina dell'Avis provinciale - è detto ancora nel comunicato - è sempre al lavoro con i suoi quindici consiglieri, i dieci medici e dieci infermieri, i dieci dipendenti a cui ovviamente si aggiungono i volontari impegnati ad effettuare le raccolte nelle proprie sedi o con l'autoemoteca. Donare il sangue è sicuro e non ha alcuna controindicazione. I centri di raccolta sono attrezzati e organizzati per garantire tutte le misure di sicurezza per il Covid-19. Uscire di casa per andare a donare il sangue, è riconosciuto tra gli spostamenti di necessità in base alle misure di contenimento del contagio da coronavirus adottate dal governo».

 

Dove donare

«Non dobbiamo, però, abbassare a guardia - sostiene il presidente dell'Avis provinciale, Stefano Aceto - nonostante le scorte siano sotto controllo rimane fondamentale continuare a donare, soprattutto il plasma, magari programmando le donazioni così come indicato dal Centro nazionale sangue al fine di smaltire il sangue già raccolto». Intanto sono già partite le raccolte del mese di aprile. Domenica 5 si potrà donare il sangue ad Amantea, Lattarico, Parenti e Torano, mentre l'8 ci sarà una giornata di donazione a San Giovanni in Fiore, il 10 a Lago, l'11 aprile ad Amantea e il 15 a San Giovanni in Fiore. Nella sede Avis di Cosenza si può, invece, donare il sangue tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle 7.30 alle 11.30.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio