Coronavirus, ok dell’Istituto superiore della sanità alle mascherine fatte in casa

I modelli più sofisticati Ffp2 e Ffp3 da destinare per uso diverso. Il presidente Brusaferro: «Curva contagi scende, ma attenzione: Fase 2 è delicata, non rispettare le regole facilita la circolazione del virus»

109
di Redazione
8 maggio 2020
16:10

Le mascherine fatte in casa sono adatte all’utilizzo da parte della popolazione. Lo ha detto il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, nella conferenza stampa sull'andamento dell'epidemia di Covid-19: «Si possono utilizzare anche mascherine multistrato confezionate in proprio, come indicano video diffusi dai Centers for desease control. I modelli più sofisticati Ffp2 e Ffp3 sono per uso diverso».

Intanto la curva dell'epidemia «va decrescendo, è un segnale che prosegue»: il numero 1 dell’Iss ha assicurato che si sta andando verso un numero di casi molto basso un po' in tutte le regioni, inclusa la Lombardia. Solo nella prossima settimana sarà possibile avere i dati relativi all'andamento dei casi nei primi giorni dalla riapertura che dal 4 maggio hanno segnato l'inizio della Fase 2, ha precisato Brusaferro aggiungendo che «allo stato epidemiologico attuale è difficile immaginare di poter riempire gli stadi. La Fase 2 è molto delicata, è importante che il Paese riparta, ma il virus non ha cambiato né identità né caratteristiche, perciò violare le regole di comportamento per la prevenzione del contagio potrebbe facilitarne la circolazione».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio