Pochi posti in Malattie infettive, a Catanzaro il Pugliese corre ai ripari

Continua il trasferimento di pazienti dalle altre province verso il capoluogo. Dal dipartimento una nota per limitare il trasporto di pazienti infetti potenzialmente pericoloso

72
di Luana  Costa
16 marzo 2020
15:35

È iniziato il countdown dei posti letto nel reparto di Malattie infettive dell'ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro. In questi giorni in cui si fa i conti con l'aumento esponenziale di contagi da Covid-19, il presidio è stato letteralmente preso d'assalto ed è diventato meta di tutti i pazienti provenienti dall'area centrale della Calabria.

Le degenze accolgono, infatti, pazienti spediti qui soprattutto dall'Azienda sanitaria provinciale di Crotone ma anche da Vibo Valentia. L'ultimo trasferimento, ad esempio, è avvenuto nella notte tra sabato e domenica, un paziente proveniente da Crotone che ha trovato sistemazione nel reparto di Malattie Infettive.

No al trasporto pericoloso di pazienti contagiati

E si inizia già a fare i conti con la carenza di posti letto, solo tre quelli rimasti oggi disponibili, nonostante la nota diramata nei giorni scorsi dal dirigente generale del dipartimento Tutela della Salute, Antonio Belcastro, tesa a frenare ricoveri impropri e trasferimenti pericolosi dalle altre province verso l'hub di Catanzaro. Una direttiva da nessuno tenuta in considerazione tanto da indurre i vertici dell'ospedale Pugliese ad accelerare verso l'attivazione di nuovi posti letto.

Verso l'attivazione di nuovi posti letto

Entro questa settimana verrà completato lo spostamento del servizio psichiatrico di Diagnosi e Cura, allocato al piano superiore di Malattie Infettive ma di proprietà dell'Asp. Le degenze saranno trasferite a Lamezia Terme e gli spazi resi disponibili saranno impiegati per l'attivazione di 15 nuovi posti letto. La dotazione aumenterebbe così a 33 degenze.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio