Coronavirus, pranzo solidale tra Cina e Calabria contro la psicosi

L'iniziativa si terrà a Reggio Calabria grazie alla sinergia tra Confesercenti, il Comune di Nocera Terinese, l’Associazione imprenditori cinesi in Calabria. Tra gli invitati anche il presidente della Regione, Santelli

210
di Redazione
14 febbraio 2020
19:31

Per contrastare la psicosi causata dalla diffusione del coronavirus, proposto un pranzo sociale con il coinvolgimento di politici e associazioni. La missione commerciale, compiuta in Cina durante lo scorso mese di gennaio, dalla delegazione del Comune di Nocera Terinese, guidata dal vicesindaco Francesco Cardamone insieme al presidente della Confesercenti area Calabria Centrale, Francesco Viapiana e sponsorizzata dalla Camera di Commercio e dal Senato della Repubblica, raccoglie  i suoi frutti.

Come si legge in una nota stampa, sono infatti già tanti gli imprenditori calabresi che hanno colto al volo l’importante occasione commerciale scaturita dal viaggio in Cina.

Purtroppo, la concomitanza della diffusione del coronavirus e la conseguente psicosi generale che ha scatenato e che, in questi giorni in tutto il Paese sta dannosamente dilagando, rischia di rallentare questo processo economico che, in ogni caso, è stato già innescato, grazie soprattutto alla fattiva collaborazione dell’Associazione Imprenditori cinesi in Calabria, in particolare dell’imprenditore Chen Fer Gley.

Per questa ragione, si legge ancora, nel corso di una riunione nella sede della Confesercenti  a Catanzaro, è stato fatto il punto della situazione. La missione è andata benissimo e la risposta da parte di molti imprenditori che intendono far conoscere ed esportare i propri prodotti in Cina è andata oltre le aspettative. La prospettiva è concreta ed i canali sono stati già avviati.  Al momento, a causa della crisi sanitaria internazionale che si è creata e, soprattutto per combattere questa dannosa psicosi che sta colpendo le comunità di imprenditori cinesi, i quali peraltro, sono stanziali in Italia da decenni, si rende necessario attuare una corretta comunicazione.

 

LEGGI ANCHE: Coronavirus, parla l’imprenditore cinese che vuole solo personale italiano

 Per questa ragione serve anche il coinvolgimento delle istituzioni regionali, delle tante associazioni diffuse sul territorio e di tutti i soggetti che hanno la possibilità di incidere sul territorio.

Ecco perché presumibilmente alla fine del mese di febbraio sarà organizzato in collaborazione con la Confesercenti, il Comune di Nocera Terinese, l’Associazione imprenditori cinesi in Calabria, un pranzo a Reggio Calabria nel ristorante cinese Sakura.

 

Una occasione conviviale alla quale saranno invitare le massime istituzioni regionali a partire dalla presidente Jole Santelli, ai presidenti delle cinque province calabresi, ai parlamentari calabresi, associazioni di categoria ed a tutti gli imprenditori che vorranno partecipare per lanciare un messaggio tranquillizzante  di collaborazione e di solidarietà con la comunità dei cinesi.

Il percorso di internazionalizzazione dei prodotti calabresi e di interscambio culturale e turistico, avviato dal sodalizio tra l’amministrazione del Comune di Nocera Terinese e la Confesercenti presieduta da Francesco Viapiana, è destinato a continuare. 

Dopo il viaggio in Cina infatti  si prospetta una nuova missione in Russia. Dal 10 al 14 giugno la delegazione partirà per la Russia dove sono attesi dalla governance della città di Blagoveshchens che proprio nei giorni scorsi ha fatto recapitare una lettera d’invito al vicesindaco di Nocera Cardamone.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio