Coronavirus, il viceministro Sileri: «Seconda ondata non dovrebbe esserci»

Il rappresentante del dicastero della Salute: «Serve comunque un attento monitoraggio. Il vaccino potrebbe arrivare per fine anno»

59
di Redazione
15 giugno 2020
13:18
Pier Paolo Sileri (foto ansa)
Pier Paolo Sileri (foto ansa)

«Torniamo finalmente a respirare, la situazione va meglio. Anche dopo le riaperture, la paura di una seconda ondata del virus non sembrerebbe esserci. Le misure vengono rispettate, dal distanziamento al lavaggio delle mani, tuttavia serve un monitoraggio attento». Lo ha detto il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri intervenendo al programma Centocittà su Rai Radio1.

«Avere l'agognato vaccino contro il coronavirus consentirà di limitare i danni, è prematuro pensare di poterlo già avere a settembre ma potrebbe arrivare per fine anno o inizio 2021».

Lo ha detto il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri nel corso del programma Centocittà di Rai Radio1. E ha specificato che, in relazione all'accordo con Oxford, «l'Italia non ha acquistato dosi di vaccino che ancora non ci sono, ma insieme con altri Paesi europei ha firmato un accordo per continuare a sostenere questa ricerca».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio