Curato da due epatiti fulminanti senza trapianto, sanità di eccellenza a Cosenza

VIDEO | Risolto un caso unico al mondo dai medici dell'Unità Operativa di malattie infettive dell'Azienda Ospedaliera, con la somministrazione di una terapia antivirale 

di Salvatore Bruno
16 aprile 2019
16:50

Approderà sulle più prestigiose riviste medico-scientifiche un caso più unico che raro di duplice e contemporanea infezione da virus delle epatiti B e C, acuta e fulminante, curato con una terapia antivirale dall’equipe dell’Unità operativa di malattie infettive dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, guidata dal dottor Antonio Mastroianni.

La terapia al posto del trapianto

La risoluzione del caso ha evitato di sottoporre il paziente, un 36enne della provincia di Cosenza, ad un trapianto di fegato con tante incognite e molte possibili complicazioni, tali da poter portare anche alla morte. L’epatite C, al pari dell’Aids, può nascondersi in maniera del tutto asintomatica nell’organismo. Per questo è importante effettuare l’apposito screening per verificarne la presenza e procedere all’eventuale cura prima che la malattia si manifesti.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio