Emergenza pandemia

Vaccini Covid a domicilio per 18mila calabresi, Occhiuto: «Al lavoro per aumentare posti in terapia intensiva»

La Regione fa il punto della campagna di immunizzazione. Il 18% non ha fatto neppure la prima dose. La priorità del governatore è aumentare la capienza dei reparti che trattano i casi più gravi

364
di Redazione
26 novembre 2021
16:15
Il presidente Occhiuto nel corso di una conferenza sull’emergenza pandemica
Il presidente Occhiuto nel corso di una conferenza sull’emergenza pandemica

In Calabria, dall’inizio della campagna vaccinale e fino alla giornata di ieri, sono state somministrate 2.746.979 dosi, di cui 1.382.178 prime dosi, 1.264.602 seconde dosi, e 100.199 terze dosi. I dati sono riportati in una nota della Regione.

I dati sulla vaccinazione in Calabria

Il 78% della popolazione vaccinabile - 1.687.965 over 12 - ha completato il ciclo vaccinale, l’82% ha avuto almeno una dose. Manca, dunque, all’appello circa il 18% dei calabresi che non ha ricevuto ancora nemmeno una dose: si tratta di 303.833 persone. Nella Regione sono mobilitati per le somministrazioni 143 centri vaccinali, 5 hub, e 1003 medici di medicina generale.


In più, il sistema sanitario regionale può contare sul supporto operativo di 365 farmacie, che hanno provveduto a 14.626 inoculazioni: con una media di 120 somministrazioni al giorno.

Vaccini a domicilio

Al momento ci sono circa 18.000 richieste di somministrazioni a domicilio da parte di persone con difficoltà motorie.

Nella riunione odierna che il presidente della Regione Calabria e commissario alla sanità, Roberto Occhiuto, e il sub commissario, Maurizio Bortoletti, hanno avuto con i delegati territoriali del generale Figliuolo, i commissari delle Aziende sanitarie provinciali, e i responsabili dei dipartimenti di prevenzione, si è deciso di accelerare sulla campagna di vaccinazione, anche attraverso l’utilizzo delle unità mobili messe a disposizione dalla struttura del commissario straordinario del governo per l’emergenza Covid, per effettuare somministrazioni nelle scuole e a domicilio.

Per questo ultimo punto, in particolare, è stato previsto l’utilizzo dei team mobili, delle unità speciali di continuità assistenziali e dei medici di medicina generale, e da lunedì 29 novembre partirà una campagna dedicata, in modo da poter evadere nel più breve tempo possibile le 18.000 richieste pendenti. In più nell’ambito dell’incontro il governatore ha reso noto di aver chiesto alle unità mobili e anche alla dirigente dell'Ufficio scolastico regionale di poter vaccinare nelle scuole.

I posti in terapia intensiva

«La Calabria - ha affermato il presidente Occhiuto - ha un numero di posti letto e di posti in terapia intensiva che non ci consente di stare tranquilli. Occorre, dunque, andare avanti con decisione sulla campagna di vaccinazione.

Con il sub commissario Bortoletti siamo al lavoro per l’aumento dei posti in terapia intensiva, ma nel frattempo è indispensabile accelerare sui vaccini, convincendo chi ancora non si è vaccinato, completando i cicli ancora da concludere, e correndo sulla terza dose», ha concluso.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top