Disabilità, Catanzaro punta a diventare senza barriere grazie a un’app

VIDEO | Un obiettivo che si potrà raggiungere attraverso il contributo dei cittadini che potranno segnalare le barriere architettoniche presenti attraverso un’app collegata al portale del Comune. Un’iniziativa che mira a coinvolgere tutta la Calabria

43
di Daniela  Amatruda
30 giugno 2020
12:40

Una città a misura di tutti, una città senza barriere fisiche né culturali. È a questo che punta Catanzaro grazie all’iniziativa promossa dal Rotary Club, dal mondo delle associazioni e in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Attraverso l’applicazione no barriere o cliccando nella sezione dedicata presente sul portale del Comune, tutti i cittadini potranno segnalare rapidamente problemi, disservizi, barriere architettoniche, violazioni: basterà fotografare e geolocalizzare la barriera. 

L’ app è dedicata in particolar modo alle persone con disabilità e agli ostacoli che si trovano ad affrontare quotidianamente: dagli scivoli mancanti ai marciapiedi impraticabili, dalle strutture inaccessibili ai parcheggi abusivi.

L’impegno per una “Calabria senza barriere”

Un progetto ambizioso poiché i promotori puntano a far diventare l’iniziativa di respiro regionale: «Si tratta di uno strumento importante – ha spiegato il presidente del Rotary Club di Catanzaro Giuseppe Mazzei - che consente all’Amministrazione comunale di poter mappare il territorio. Da Catanzaro parte un messaggio a tutti gli amministratori calabresi perché dobbiamo impegnarci affinché il progetto possa diventare “Calabria senza barriere”.»

Polimeni: «Pensare ad interventi mirati»

«Dobbiamo pensare ad un percorso unanime – ha detto Marco Polimeni, presidente del Consiglio comunale - per abbattere tutte quelle barriere architettoniche che intralciano nella quotidianità la vita di molti nostri concittadini. È necessario quindi pensare ad interventi mirati che abbiamo le giuste caratteristiche tecniche coinvolgendo anche le associazioni di categoria, come quelle degli ingegneri e degli architetti, per arrivare a dei risultati condivisi che possano avere ricadute positive su tutti i cittadini.»

Presenti anche l’assessore all’istruzione e alle pari opportunità, Concetta Carrozza ed il sindaco Sergio Abramo: «Tutto ciò che riguarda il sociale - ha detto il primo cittadino - rientra nell’agenda della Comunità Europea per la programmazione 2020-2026. Se grazie alla straordinaria squadra messa in piedi riuscissimo ad avere un progetto ben definito di interventi per tutta la città, noi come Amministrazione ci impegneremo a farlo finanziare, ma occorre fare presto.»

Partner dell’iniziativa

L’iniziativa è stata promossa dal Rotary Club Catanzaro in collaborazione con l'associazione Luca Coscioni, Lions Club Catanzaro Host, Lions Club Catanzaro Rupe Ventosa, Lions Club Catanzaro Temesa, Lions Club Catanzaro Mediterraneo, Fidapa Catanzaro, Soroptimist Catanzaro, Ammi Catanzaro, Ande Catanzaro,  l'associazione Dall’Ostetrica, Confassociazioni Catanzaro, Calabria Solidale, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Catanzaro; Ente Nazionale Sordi-sezione Calabria e Comitato Pari Opportunità Avvocati di Catanzaro.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio