Prevenzione e cura

In sei città italiane arriva la clinica odontoiatrica mobile di Croce rossa per indigenti: una anche in Calabria

Rientra nell'ambito del progetto "Diritto alla Prevenzione". Saranno garantiti screening, assistenza e cure di base. L'unità sarà attiva pure a Taurianova per circa un mese e opererà sei giorni su sette

56
di Redazione
3 maggio 2022
13:27

Screening sanitari odontoiatrici, assistenza essenziale, promozione della salute orale e generale nel campo dei tumori, delle patologie trasmissibili e metaboliche gravi come il diabete, interventi sanitari odontoiatrici in condizioni di emergenza: sono questi alcuni degli interventi e dei servizi che si realizzeranno all'interno delle unità mobili, nell'ambito del progetto "Diritto alla Prevenzione". Pensato per uno sviluppo quadriennale, il progetto nel suo primo anno di attività toccherà sei città italiane, da Nord a Sud: Genova, Susa (TO), Milano, Roma, Napoli, Taurianova (RC).

Nato dalla volontà di Croce Rossa Italiana, Fondazione Andi Onlus, Mentadent e alcuni Rotary Club del Distretto 2041 (Distretto metropolitano della Città di Milano), il progetto ha l'obiettivo di garantire anche alle categorie più fragili della società il diritto di ricevere controlli e cure odontoiatriche di base favorendo così la prevenzione, una corretta routine di igiene dentale e intervenendo per evitare numerose patologie del cavo orale e favorire un benessere generale delle persone.


In un Paese che conta oltre 3 milioni di cittadini interessati da forme di fragilità, "Diritto alla Prevenzione" vuole dunque raggiungere in primis anziani, bambini, portatori di handicap, persone senza fissa dimora e residenti nei campi profughi che spesso non accedono a controlli e cure odontoiatriche di base per mancanza di mezzi o di disponibilità economica. L'unità mobile sarà presente sul territorio nazionale, stazionando presso plessi scolastici, Rsa, comunità residenziali per bambini in affido e case mamma/bambino, campi profughi, aree territoriali con massiva presenza di migranti o senza dimora in emergenza socio-sanitaria, aree agrarie con presenza di lavoratori stagionali privi di accesso al Ssn. 

In ognuno delle sei tappe la clinica mobile stazionerà per circa un mese e sarà operativa 6 giorni su 7. Il servizio prenderà vita grazie alla stretta collaborazione tra tutte le parti coinvolte: Croce Rossa Italiana che metterà a disposizione la sua struttura organizzativa e la sua esperienza nel campo della salute e delle situazioni di emergenza, Fondazione Andi Onlus che opererà attraverso i suoi medici odontoiatri volontari, presenti su tutto il territorio nazionale, all'interno dell'unità mobile, Rotary che potrà contare sulla solida rete dei suoi volontari come sempre impegnati in azioni umanitarie e Mentadent che da oltre 40 anni si impegna a promuovere la prevenzione e la salute del cavo orale.

«Diritto alla prevenzione significa prendersi cura delle persone attraverso la salute. Perciò la Croce Rossa Italiana aderisce con entusiasmo a questo progetto che va incontro alle fasce più fragili della popolazione e cerca di portare quel valore aggiunto che mira a non escludere nessuno dall'accesso alle cure», dice Rosario Valastro, vicepresidente della Croce Rossa Italiana. Il progetto "Diritto alla Prevenzione" si inserisce all'interno di un impegno continuativo di Fondazione Andi Onlus per l'odontoiatria solidale.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top