Nuovo ospedale di Vibo, dissequestrato il cantiere delle opere complementari

Il dirigente regionale Pallaria: «Provvedimento adottato sulla base di accertamenti tecnici effettuati su disposizione del gip»

di Redazione
3 febbraio 2020
14:22
25

Il direttore generale del Dipartimento regionale infrastrutture, lavori pubblici e mobilità, Domenico Pallaria, in qualità di responsabile del procedimento per la realizzazione del nuovo ospedale di Vibo Valentia e delle relative opere complementari di sistemazione idrogeologica e stradale, comunica che nella mattinata di oggi 3 febbraio, è stato notificato alla Regione Calabria il provvedimento della Procura della Repubblica di Vibo Valentia di dissequestro dell’area a vincolo archeologico, sulla quale ricadono parte dei lavori in fase esecuzione, soggetta a provvedimento inibitorio nel mese di maggio 2019.



Pallaria fa presente che «il provvedimento, adottato sulla base di accertamenti tecnici effettuati su disposizione del gip presso il Tribunale di Vibo Valentia, nonché di valutazioni del Comando Carabinieri tutela patrimonio culturale di Cosenza, consentirà la ripresa a pieno regime dei lavori di sistemazione del Fosso Calzone e della viabilità di accesso al nuovo ospedale, nelle more dell’approvazione del progetto definitivo dell’opera principale e della successiva definizione e cantierizzazione di uno stralcio prioritario di lavori».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio