Cosenza, l’ospedale Annunziata riconosciuto punto di riferimento per il parto indolore

Il direttore dell'Unità operativa di Terapia intensiva, Pino Pasqua: «Anche la Calabria tra le prime regioni che si sono dotate di regolamentazione sul tema partoanalgesia»

24
di Redazione
5 ottobre 2020
12:48

L’ Ospedale di Cosenza viene riconosciuto punto di riferimento per la partoanalgesia, ovvero “parto indolore”.  

Con il decreto commissariale numero 126 del 29 settembre scorso, sono state  adottate le “Linee d’indirizzo sulla partoanalgesia epidurale e sul contenimento del dolore del parto” che individuano, tra l’altro, gli indicatori – oltre   1000 parti all’anno e servizio nascita h24 con personale dedicato -  per la selezione dei Punti nascita abilitati a praticare il parto indolore e i requisiti generali e specifici per garantire l’analgesia in totale sicurezza.

Il parto analgesico

«All’Annunziata pratichiamo il parto analgesico dal 2002 – ha dichiarato il dr Pino Pasqua, direttore della Uoc Terapia intensiva e rianimazione - ma le Linee di indirizzo, di recente approvazione, normano il settore, recependo gli indirizzi del Piano sanitario nazionale in ordine al potenziamento della lotta al dolore, come prioritario processo di umanizzazione delle cure e del parto naturale».

Le caratteristiche dell'ospedale Annunziata 

La partoanalgesia si inserisce nei percorsi di appropriatezza delle cure e del riconoscimento del diritto della donna in stato di gravidanza, ad un parto fisiologico indolore con tecniche antalgiche efficacie e sicure accessibili a tutte. Il Punto nascita dell’Annunziata – si evidenzia nel comunicato - risponde a pieno titolo agli indicatori richiesti dalla normativa in vigore:

  • quattro sale parto con due sale operatorie adiacenti, di cui una per le urgenze;
  • 2100 parti all’anno erogati H24 con team specialistico dedicato,
  • 25% parti fisiologici in analgesia;
  • reparto di rianimazione per eventuali trattamenti intensivi e subintensivi;
  • protocolli consolidati per la gestione delle urgenze/emergenze ostetriche e neonatali;
  • team multidisciplinare;
  • clinical competence ovvero un congruo numero di partoanalgesia praticate all’anno.

«Nascite in sicurezza»

«Le linee guida  - ha dichiarato il dr Pasqua – che fra l’altro pongono la Calabria tra le prime tre Regioni che si sono dotate di regolamentazione, restituiscono l’evidenza scientifica ad un lavoro che facciamo da anni e che aveva necessità di essere riconosciuto e disciplinato. Il Punto nascita dell’Annunziata di Cosenza ha tutte le carte in regola per garantire il diritto delle mamme ad un parto indolore in totale sicurezza».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio