Patologie della tiroide: a Crotone tornano gli screening gratuiti della Lega italiana lotta ai tumori

VIDEO | La pandemia ha frenato le attività di prevenzione oncologica: «Dopo il Covid ci troveremo l'emergenza della lotta alle neoplasie», spiega la presidente della Lilt provinciale, Patrizia Pagliuso

240
di Francesca Caiazzo
20 maggio 2021
07:20

Nel mese della prevenzione delle patologie della tiroide, tornano gli screening gratuiti della Lega italiana per la lotta contro i tumori di Crotone. Accedere alla campagna, svolta in collaborazione con il poliambulatorio Annunziata di Isola Capo Rizzuto è semplicissimo: basta prendere appuntamento chiamando in sede allo 0962901594, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12, e tesserarsi alla Lilt con appena 10 euro.

Patologie tiroide

Scopo dell’iniziativa è sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi legati alle malattie della tiroide, con particolare riguardo all'azione preventiva della iodoprofilassi. Le patologie tiroidee, infatti, sono frequenti nella popolazione generale, soprattutto tra le donne, e possono colpire tutte le età compresa l’età fetale e neonatale. La campagna di screening è aperta a chiunque voglia tesserarsi alla Lilt o rinnovare la propria tessera soci.


La Lilt riparte

«Appena sono state disposte le riaperture, abbiamo provveduto a mettere in sicurezza il nostro ambulatorio per riaprire – spiega la presidente della Lilt provinciale di Crotone, Patrizia Pagliuso – e riprendere gli screening». La necessità è quella di far ripartire le attività di prevenzione e diagnosi precoce, che durante la pandemia hanno subito una brusca frenata con molti esami e visite che sono stati sospesi o rinviati. «Gli ospedali sono impegnati nella gestione dell’emergenza Covid, ora la maggior parte dei sanitari sono coinvolti nella campagna vaccinale, senza considerare che molte persone si sottraggono agli screening per paura di contagiarsi» commenta Pagliuso. Un timore infanondato, visto che ormai i sanitari sono vaccinati e i protocolli anti-Covid sono rigidissimi.

Una nuova emergenza dopo il Covid

Ma è necessario ripartire: «Questa battuta d’arresto provocherà dei danni in futuro per quanto riguarda la lotta ai tumori. Quando la pandemia sarà terminata, ci ritroveremo a dover fronteggiare una nuova emergenza, quella della lotta ai tumori appunto perché si è perso un anno di diagnosi precoce e noi sappiamo quanto è importante il tempo per prevenire e battere il cancro».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top