Prevenzione del cancro al seno: istituita anche in Calabria la delegazione di Europa Donna

Sono 14 le associazioni che si sono unite con l’intendo di migliorare l’offerta sanitaria senologica e limitare la migrazione verso altre regioni

10
di T. B.
7 marzo 2022
06:33

Anche la Calabria ha una delegazione di Europa Donna. La neonata realtà è il frutto di 14 associazioni unitesi per offrire una sponda al movimento che tutela i diritti alla prevenzione e alla cura del tumore al seno.

Si tratta dell’ottava sezione regionale, ergo dell’ottava regione italiana che aderisce al disegno i cui obiettivi sono: contribuire alle decisioni clinico-organizzative che regolano i comportamenti e i risultati delle strutture sanitarie della Regione e ottenere, attraverso un dialogo costante con l’ente regionale, cure e assistenza per tutte le pazienti, secondo le linee guida di indirizzo nazionali.


Il commento di Occhiuto

Una nascita ben accolta dal governatore Occhiuto che ha detto «L’associazionismo, quello costruttivo, quello propositivo, quello che si pone l’obiettivo di aiutare una comunità, è sempre un valore aggiunto per la società e i territori», apprezzando anche quanto fatto negli altri territori. «Per quanto riguarda il mio raggio di competenza – ha sottolineato il governatore - da presidente della Regione e da commissario alla sanità, sono impegnato senza sosta da quattro mesi per risollevare il nostro territorio e per garantire le cure e l’assistenza che i calabresi meritano. In queste settimane stiamo gradualmente venendo fuori dall’emergenza Covid, ed è proprio in questo momento che, con il supporto del governo nazionale, dobbiamo ancora di più insistere negli investimenti in sanità, nella prevenzione, nel valorizzare le eccellenze che anche la nostra Regione possiede. È un compito difficile, ma ce la faremo».

Rosanna D'Antona, presidente di Europa Donna Italia, ha dato il benvenuto alla nuova realtà evidenziando come molte delle associazioni confluite nel progetto collaborino già con i centri di senologia multidisciplinare (Breast Unit) e con le oncologie degli ospedali della Regione: «Sono pertanto pronte a condividere la propria esperienza e metterla a disposizione per le aree di miglioramento necessarie».

La referente della Delegazione sarà Maria Anedda, presidente dell’Associazione La Danza della Vita di Palmi che ha sintetizzato : «Avremo il compito di operare insieme anche alle altre reti regionali, di sostenere i diritti delle donne calabresi in modo da migliorare l’offerta sanitaria senologica e limitare la migrazione verso altre regioni. Un’unione di associazioni per offrire un servizio unico di qualità in Calabria».

L'elenco delle associazioni aderenti

Le 14 associazioni che hanno dato vita alla Delegazione sono: aBRCAdabra Calabria – Catanzaro, 2. ACMO Ida Ponessa – Sorbo San Basile, Lamezia Terme (CZ), Ali Rosa – Rende (CS), Alice – Lamezia Terme (CZ), Angela Serra – Sez. Catanzaro / Ciaccio Pugliese, Angela Serra – Sez. Catanzaro / Germaneto Ardos, Angela Serra – Sez. Locride – Siderno (RC), La Compagnia delle Stelle – Reggio Calabria, 9. La Danza della Vita – Palmi (RC), La Fenice per Le Persone Oncologiche – Polistena (RC), Oltre il Confine – Paola (CS), Sibilla – Cinquefrondi (RC), Solidal’è – Rizziconi (RC), Vibo in Rosa – Vibo Valentia.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top