Tumore al seno, metà dei casi curati fuori regione: «A Catanzaro equipe d’eccellenza»

VIDEO | Nell'azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio opera una breast unit che utilizza un approccio multidisciplinare e innalza del 18% la possibilità di sopravvivenza per chi è colpito da patologie neoplastiche

646
di Luana  Costa
12 marzo 2021
17:15

Sono 1.500 ogni anno in Calabria i nuovi casi diagnosticati di tumore alla mammella. Quasi la metà, 700, vengono curati al di fuori dei confini regionali alimentando una migrazione sanitaria ormai consolidata a queste latitudini. A Catanzaro opera all'interno dell'azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio una breast unit composta da una equipe multidisciplinare che negli ultimi due anno ha preso in carico 320 pazienti.  «C'è tutta una organizzazione completa per accogliere la donna con patologia mammaria e accompagnarla in questo percorso diagnostico e terapeutico» ha spiegato il coordinatore della breast unit e direttore del dipartimento chirurgico dell'ospedale Pugliese, Francesco Abbonante. 

Questa mattina i dati sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa tesa a divulgare i risultati ma soprattutto informare della presenza di buone pratiche anche nel profondo sud. «Attraverso questa organizzazione dobbiamo incentivare chi vuol curarsi in Calabria - ha chiarito il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, ma anche renderlo modello di riferimento a livello regionale per far sì che tutti gli ospedali possano curare e prevenire il tumore alla mammella».


L'approccio multidisciplinare innalza del 18% la possibilità di sopravvivenza per chi è colpito da un carcinoma mammario. Ma da oggi grazie ad una donazione la brest unit catanzarese è riuscita a rafforzare anche le capacità di diagnosi precoce. «Grazie all'associazione Vialli Mauro - ha chiarito il coordinatore della breast unit - ci è stata donata un'apparecchiatura del valore di diverse centinaia di migliaia di euro che funziona a pieno regime, che individua le patologie difficilmente osservabili attraverso altri esami strumentali tradizionali. Questa apparecchiatura sfrutta invece i mezzi di contrasto e la tomosintesi». Durante la conferenza stampa è stato reso disponibile un numero verde a cui tutte le pazienti possono rivolgersi: 0961-883241.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top