Campagna al via

Vaccino antinfluenzale, i medici di famiglia: «Senza un dca impossibile somministrare anche la quarta dose Covid»

Il segretario di Catanzaro Gennaro De Nardo parla delle difficoltà che quest'anno si dovranno affrontare senza un accordo anziendale. Tra queste l'impossibilità di somministrare contemporaneamente i due sieri

48
di L. C.
13 novembre 2022
11:19

«Al via la campagna vaccinale antinfluenzale 2022-2023, ma non senza difficoltà». È quanto afferma il segretario generale della Federazione italiana medici di famiglia di Catanzaro, Gennaro De Nardo. «Le criticità - spiega De Nardo - sono legate principalmente agli aspetti burocratici della campagna.

Infatti, non è stato possibile redigere, come previsto dall’accordo collettivo nazionale, un accordo aziendale in quanto quest’anno è stata prevista la stesura di una intesa regionale, punto di riferimento per gli accordi provinciali. Purtroppo, nonostante l’accordo regionale sia stato concordato con il sub commissario e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, lo stesso non è stato ancora recepito in un Dca».


«In ogni caso – prosegue il segretario provinciale della Fimmg Catanzaro – la campagna vaccinale antinfluenzale partirà anche in assenza di un accordo aziendale che si spera possa essere sottoscritto tra lunedì e martedì della prossima settimana. È opportuno ricordare che l’accordo aziendale costituisce il documento che delinea le regole che i medici di medicina generale dovranno seguire per raggiungere gli obiettivi previsti per la campagna vaccinale 2022-2023».

«Le difficoltà riscontrate – aggiunge De Nardo - non finiscono qui. Quest’anno, infatti, per i medici di medicina generale ci saranno ulteriori incombenze burocratiche che si aggiungono a quelle già esistenti. Tra queste ricordiamo: l’informativa da presentare ai pazienti per il consenso informato alla vaccinazione, l’acquisizione del consenso informato, la registrazione sui propri gestionali della vaccinazione con descrizione della tipologia del vaccino, del lotto e della scadenza.

Questi dati sono indispensabili per la rendicontazione dei vaccini utilizzati. Inoltre quest’anno è prevista un’ulteriore incombenza burocratica: la registrazione su un’ulteriore piattaforma regionale (piattaforma Giava), generando non pochi problemi organizzativi per la gestione del dato informatico».

«Nonostante queste difficoltà – sottolinea il segretario generale della Fimmg Catanzaro – i medici di medicina generale si pongono in prima linea per proteggere i propri assistiti dalla prossima ondata influenzale. Da lunedì 14 novembre, pertanto, verranno ritirate le dosi necessarie per intraprendere questa importante azione di sanità pubblica. I medici di famiglia della provincia di Catanzaro sul totale numero di dosi, che ammontano a circa 103mila, ne riceveranno circa 85.000.

A disposizione dei medici ci saranno quattro tipologie di vaccino antinfluenzale tetravalente che troveranno diversa indicazione di impiego a seconda delle caratteristiche della popolazione eleggibile alla vaccinazione antinfluenzale. I medici di medicina generale della Provincia di Catanzaro avranno a disposizione dosi di fluad tetra, di vaxgrip tetra, di efluelda e di flucelvax tetra, quest’ultimo più indicato per il personale sanitario».

«Purtroppo – evidenzia De Nardo – a causa delle difficoltà enunciate e della mancanza di un accordo aziendale non è stato possibile cogliere questa opportunità della vaccinazione antinfluenzale per poter somministrare in contemporanea la quarta dose del vaccino anti-covid. I medici di medicina generale potranno, invece, somministrare in contemporanea il vaccino antipneumococcico e antizoster, svolgendo un’importante azione di prevenzione. Questi vaccini saranno, infatti, distribuiti per prevenire la polmonite da pneumococco e l’herpes zoster».

«Nonostante le difficoltà – conclude De Nardo – i medici di medicina generale, anche in questa occasione, si pongono in prima linea a tutela della salute pubblica e a svolgere un ruolo determinante per migliorare l’efficienza del sistema sanitario regionale».

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top