Argomento: PAOLO ROMEO

Giovanni Bilardi Cronaca

Dagli atti dell’inchiesta Libro Nero emerge il nome dell’ex parlamentare di centrodestra Giovanni Bilardi che sebbene non sia indagato è ritenuto dagli investigatori una “creatura” di Paolo Romeo e Mimmo Tortorella. Gli scrivevano i comunicati stampa, gli dicevano con chi si doveva accordare e dettavano la strategia politica. Ecco cosa accadde alle comunali e alle regionali del 2014

di Consolato Minniti
276 condivisioni
Reggio, a Gallico l'amianto lasciato sulla spiaggia fa paura: la rabbia dei cittadini Ambiente

REPORTAGE | La demolizione del Fata Morgana, quartier generale del presunto boss Paolo Romeo è stata interrotta dopo il rinvenimento del materiale tossico. Rifiuti, detriti e le lastre di eternit sono ancora sull'arenile esposte al vento e alle intemperie. I residenti chiedono al Comune l'immediata bonifica e messa in sicurezza dell'area 

di Angela  Panzera
53 condivisioni
La spiaggia di Gallico con le macerie piene di amianto Ambiente

L’abbattimento dello stabile abusivo che negli anni ‘70 ospitava il ristorante Fata Morgana è stato sospeso perché le ruspe del Comune hanno frantumato decine di lastre di eternit. Secondo il sindaco di Reggio «non poteva essere previsto». E parte lo scarica barile

di Angela  Panzera
46 condivisioni
L’amianto del vecchio locale sparso ai 4 venti. Da demolizione simbolo a bomba ecologica Cronaca

VIDEO | Era pieno di lastre di Eternit il Fata Morgana, quartier generale del presunto boss Paolo Romeo, parzialmente abbattuto dalle ruspe del Comune di Reggio senza però alcuna precauzione per l’incolumità pubblica. Ora le macerie tossiche giacciono sulla spiaggia di Gallico. Quella che doveva essere la rivincita dello Stato sul potere mafioso si è rivelata come l’ennesima vergogna dell’inefficienza e dell’approssimazione

di Angela  Panzera
162 condivisioni
Giuseppe Bombino Cronaca

VIDEO-INTERVISTA | Ai nostri microfoni parla il presidente del Parco nazionale dell'Apromonte. Il tentativo di "avvicinamento" dall'ex deputato Paolo Romeo, accusato di essere uno dei capi della cupola masso-mafiosa che governava Reggio Calabria, e la decisione di recarsi spontaneamente dai carabinieri per denunciare l'episodio: «Non mi sento solo ma non ho avuto vicino la società civile e la politica»

di Angela  Panzera
6 condivisioni