Caos rifiuti, l’Asp: «Nel Reggino la situazione igienico-sanitaria è gravissima»

VIDEO | Così l'Azienda sanitaria provinciale ha fotografato la difficile situazione nel comprensorio della Città metropolitana rispondendo all'associazione nazionale "Con il Consumatore"

304
di Anna Foti
2 luglio 2021
17:53

Mentre la Città Metropolitana e il Comune di Reggio Calabria uniscono le forze in vista di una stagione estiva, in cui la gestione dei rifiuti si preannuncia particolarmente critica, specie alla luce della persistente assenza di una discarica di servizio nell'Ato reggino, la situazione igienico-sanitaria continua ad essere gravissima. Così la descrive, infatti l'Asp di Reggio Calabria in una missiva inviata in risposta alla segnalazione dell'associazione nazionale Con il consumatore, con sede legale a Reggio. Ormai da troppo tempo la gestione dei rifiuti solidi urbani, per ragioni legate a ritardi nella raccolta e nel conferimento, presenta una serie di problematiche generate dai cumuli di rifiuti sotto le abitazioni, da micro discariche abusive per le strade e da pericolose combustioni.

Ingiustificabile il senso di inciviltà, tuttavia comprensibile la crescente insoddisfazione nella cittadinanza che non riesce neppure ad ottenere lo sconto o il rimborso della Tari, tassa sui rifiuti, dovuto quando la raccolta avvenga a intermittenza e sia di fatto mal funzionante. L'associazione nazionale Con il consumatore, la prima sul territorio regionale nata nel 2017 su impulso di un gruppo di professionisti calabresi, fornisce un prezioso punto di osservazione sullo stato in cui versa la Città dello Stretto e non solo.


«La perdurante drammatica situazione dei rifiuti desta nella cittadinanza malcontento ed esasperazione. Alcuni ci hanno raccontato di aver dovuto, con mezzi propri, creare un varco per poter entrare nel proprio portone di casa. Vedersi recapitare, in questi contesti, richieste di pagamento anche particolarmente consistenti, a fronte di un servizio molto carente, a volte inesistente e che genera notevoli disagi, ha alimentato un ulteriore disappunto. Il Comune di Reggio non ha risposto ad alcuno dei nostri reclami», ha spiegato Marco Ambesi, presidente dell'associazione nazionale Con il consumatore.

«Abbiamo rivolto al Comune di Reggio Calabria circa duecento istanze, senza ottenere alcuna risposta e, per richiamare l'attenzione sull'emergenza alla base di queste richieste, abbiamo scritto anche all'Asp che ci ha prontamente risposto fotografando la situazione igienico- sanitaria nell'intero comprensorio reggino come gravissima e affermando di avere già più volte chiesto al sindaco e ad Avr interventi tempestivi e comprensivi anche di sanificazione e bonifica. Non ci siamo fermati e abbiamo anche rivolto una missiva al Prefetto e presentato un esposto in Procura. Intendiamo dare il nostro contributo al miglioramento della situazione», ha concluso Ombretta Florio, vicepresidente dell'associazione nazionale Con il consumatore.

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top