La difesa

Ponte sullo Stretto, Ciucci: «Nessun rischio infrazione Ue, disposizioni saranno rispettate»

L'amministratore delegato della Stretto di Messina tira dritto dopo la richiesta del comitato cittadino "Invece del ponte" che aveva chiesto di valutare l'apertura di una procedura d'infrazione a carico dell'Italia

22
di Redazione Attualità
26 giugno 2024
16:04
Nel riquadro, Pietro Ciucci
Nel riquadro, Pietro Ciucci

L'amministratore delegato della Stretto di Messina, Pietro Ciucci, "rassicura" che l'Italia non rischia alcuna procedura di infrazione europea per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina. «Il rispetto dell'articolo 72 della direttiva Ue appalti riguardante il limite del 50% della crescita del costo - spiega Ciucci - è espressamente richiamato dal decreto-legge 35 'Disposizioni urgenti per la realizzazione del collegamento stabile tra la Sicilia e la Calabria' che ha riattivato il progetto. Come risulterà nell'aggiornamento del Piano Economico Finanziario, in corso, le disposizioni saranno rispettate».

«In ogni caso - aggiunge - la crescita del valore dell'investimento non si riferisce a maggiori opere ma al forte aumento dei costi dei materiali da costruzione registrato negli ultimi anni».


Il comitato cittadino messinese "Invece del ponte" aveva annunciato di aver presentato alla direzione generale del Mercato interno, dell'industria, dell'imprenditoria e delle Pmi della Commissione Europea una richiesta «per valutare l'apertura di una procedura d'infrazione da parte dell'Unione Europea a carico dell'Italia sull'appalto per la progettazione e costruzione di un ponte sullo Stretto di Messina».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all news Guarda lo streaming di LaC Tv Ascola LaC Radio
top