Animali macellati senza controlli sanitari: nei guai sei veterinari dell'Asp di Crotone

VIDEO | Misure cautelari anche a carico dei gestori di uno stabilimento per la macellazione. Perquisizioni nelle province di Cosenza e Reggio Calabria

426
di Salvatore Bruno
3 dicembre 2020
06:59

Il Gip del tribunale di Crotone ha emesso otto misure cautelari a carico di sei veterinari ufficiali in servizio all’Asp di Crotone e di due gestori di uno stabilimento di macellazione carni di Strongoli. Al centro delle indagini, la macellazione di animali senza controlli sanitari. La carne veniva poi destinata al mercato alimentare. 

Perquisizioni in tre province

Sotto la direzione della locale Procura e con il coordinamento dei Nas di Cosenza, inoltre, sono in corso perquisizioni in 18 allevamenti delle province di Crotone, Cosenza e Reggio Calabria con l’impiego di oltre cento carabinieri dei comandi provinciali e del Gruppo Tutela della Salute di Napoli, supportati da un aereo di unità a pilotaggio remoto.


Allevamenti sequestrati

Nell’ambito dell’operazione denominata Fox si sta procedendo anche al sequestro di stabilimenti ed allevamenti per un valore di oltre un milione di euro.

 

LEGGI ANCHE: Macellazione clandestina, le intercettazioni degli arrestati: «Tu ti vendi i vitelli... e poi viene Gratteri!»

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio