Carcere di Vibo, sospeso il servizio mensa per il personale (VIDEO)

L’Asp avrebbe appurato criticità in termini di igiene e funzionamento degli impianti refrigeranti per le derrate alimentari

di Tiziana Bagnato
16 febbraio 2015
17:27

Sarebbe stato sospeso da oggi il servizio di confezionamento pasti riservato al personale della casa circondariale di Vibo Valentia. Un controllo dell’Asp avrebbe, infatti, documentato gravi criticità in merito, in particolare, all’igiene della cucina e al funzionamento degli impianti refrigeranti per le derrate alimentari.


A portare alla luce la vicenda è il segretario nazionale della Uilpa Penitenziari Gennarino De Fazio, secondo cui sarebbe stato lo stesso direttore del carcere, insospettito, a chiedere una verifica all’Asp.



«Il servizio di ristorazione per gli appartenenti al corpo di polizia penitenziaria e per le altre figure professionali che operano in carcere  - spiega De Fazio - viene affidato a ditte private con procedura d’appalto all’offerta economicamente più vantaggiosa, partendo da una base economica ordinaria pari a 3,63 euro a pasto. Il logico rischio derivante da una base di aggiudicazione così bassa – commenta il sindacalista -  è che molto spesso, pur di rientrare nei costi, si possa finire per trascurare proprio qualità ed igiene”.


In attesa di approfondire la vicenda, De Fazio avverte però che, se continuasse la sospensione del servizio per il personale penitenziario, la vicenda potrebbe ricadere nel penale.


di Tiziana Bagnato

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top