Pestaggio al centro ippico

Catanzaro, è morto il 60enne brutalmente aggredito a colpi di zappa in un maneggio

Si tratta di Giuseppe Sestito, fratello di una consigliera comunale. Restano gravi le condizioni della seconda persona coinvolta (ASCOLTA L'AUDIO)

71
di Luana  Costa
11 settembre 2021
12:05
La vittima, Giuseppe Sestito
La vittima, Giuseppe Sestito

Dopo due giorni di agonia si è spento questa mattina nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Pugliese, uno dei due uomini coinvolti in una violenta aggressione avvenuta giovedì mattina al centro ippico Valle dei Mulini a Catanzaro. Si tratta di Giuseppe Sestito, 60 anni, fratello della consigliera comunale Raffaella Sestito.

Già nelle ore successive al ricovero le condizioni dell'uomo era apparse disperate, nonostante fosse stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Ancora ieri i medici non avevano sciolto la prognosi, oggi il drammatico epilogo.


L'aggressione era avvenuta al culmine di una lite scoppiata all’interno del centro ippico con un 28enne pakistano, stalliere nel maneggio. Il giovane interrogato dai carabinieri, che stanno conducendo le indagini, ha riferito di aver reagito con violenza dopo essere diventato oggetto di epiteti offensivi, non di natura razziale. Da qui il raptus: il 28enne ha impugnato una zappa e ha colpito ripetutamente e con violenza i due uomini e una donna di 48 anni, rimasta ferita lievemente.

Restano gravi le condizioni del secondo uomo coinvolto nell’aggressione - un 69enne – tutt’ora ricoverato  in Rianimazione. Piantonato dai carabinieri in reparto anche il 28enne pakistano che nella colluttazione ha riportato ferite al capo. L’uomo è stato già sottoposto ad arresto con l’accusa di tentato omicidio, ma in queste ore la sua posizione potrebbe aggravarsi. 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top