Catanzaro, manifestanti bloccano l'accesso alla Cittadella ma Boccia non li riceve

VIDEO | Il rappresentante del dicastero per gli Affari regionali atteso per la Conferenza Stato-Regioni. Circa 300 le persone giunte sotto la sede della Regione per chiedere risposte concrete su sanità e lavoro

36
di Luana  Costa
23 novembre 2020
14:00

Vanno via con un nulla di fatto i manifestanti alla Cittadella che attendevano il ministro Boccia presente per la conferenza Stato-Regioni. Il rappresentante del dicastero per gli Affari regionali è infatti andato via senza incontrare la delegazione.

 


Ore 14 - Bloccata la strada di accesso alla Cittadella

I manifestanti davanti alla sede della Regione Calabria, a Catanzaro, hanno bloccato le strade d'accesso che portano alla cittadella regionale e al campus universitario. Chiedono di essere ricevuti dal ministro delle Autonomie, Francesco Boccia, che si trova nel capoluogo calabrese per presiedere in video collegamento la Conferenza Stato-Regioni.

 

Ore 12 - Protesta alla Cittadella

Sono circa 200 manifestanti giunti questa mattina sotto la sede della Regione Calabria dov'è atteso alle 12.30 l'arrivo del ministro per gli Affari regionali e delle Autonomie Francesco Boccia per presidere la Conferenza Stato Regioni.

Una decisione maturata dopo le polemiche insorte sull'ex presidente della Regione, Jole Santelli, e per esprimere vicinanza alla Calabria. Tuttavia, la piazza questa mattina all'esponente del Governo non chiede vicinanza ma risposte concrete. Alla manifestazione hanno aderito le associazioni degli ambulanti fortemente provati dopo l'inasprimento delle restrizioni conseguenti all'istituzione della zona rossa ma anche i tirocinanti, il sindacato Usb, comitati e tanti cittadini. Le richieste vertono sulla sanità e sul lavoro.  

LEGGI ANCHE:

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio