Girifalco ricorda Loredana Scalone a poche ore dal suo omicidio

La vittima dell'efferato femminicidio era originaria del comune del catanzarese dove oggi è stata inaugurata una panchina rossa sulla quale i suoi cari hanno voluto lasciare una foto, un fiore ed un pensiero in suo ricordo

di R. G.
25 novembre 2020
13:10

In una delle sue giornate più tristi la comunità di Girifalco celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne in ricordo di Loredana Scalone, barbaramente uccisa nelle ultime ore, originaria del comune del catanzarese, e in omaggio a Elisabeth Rosanò, figlia di una delle tante, troppe vittime di femminicidio con l'inaugurazione di una panchina rossa. I protagonisti dell’iniziativa di stamane hanno osservato un minuto di silenzio in memoria di Loredana prima dell’inaugurazione della panchina, lì dove la famiglia della vittima ha voluto lasciare una foto, un messaggio ed un fiore in suo ricordo. Il sindaco Pietrantonio Cristofaro, l’assessore alle Politiche Sociali Elisabetta Sestito, la giunta e l’intero Consiglio Comunale si stringono al dolore che ha colpito la famiglia della vittima. Il settore politiche sociali sta lavorando, proprio in questi giorni, ad un progetto che vedrà la luce nelle prossime settimane. C’è infatti la volontà dell’ente a contrastare ogni forma di violenza fisica, psicologica e verbale attraverso un servizio concreto di prevenzione, contrasto e supporto alle vittime di violenza.

“Mai per Amore”

In virtù di ciò l’amministrazione ha inteso avviare una campagna di sensibilizzazione denominata “Mai per Amore”.Oggi si è svolta la prima iniziativa in sinergia con l’Avis Comunale di Girifalco, articolata in due fasi: l’inaugurazione della panchina rossa realizzata dall’artista Fabio Mascaro in collaborazione con Leonardo Cristofaro; la proiezione di un video racconto: la testimonianza della girifalcese Elisabeth Rosanò preceduta da una fotografia della statistica dei casi di violenza sulle donne. «Il tutto – si legge nella nota del comune - realizzato grazie al coraggio di Elisabeth, alla disponibilità della famiglia Rosanò, alla capacità artistica di Stefano Assisi che ha immortalato in un clic lo sguardo di Elisabeth magistralmente riprodotto sulla panchina da Fabio Mascaro con la collaborazione di Leonardo Cristofaro, alla sensibilità dell’Avis Comunale di Girifalco e Avis provinciale Catanzaro. Un sentito ringraziamento alla Compagnia dei Carabinieri di Girifalco nella persona del capitano Felice Bucalo e del maresciallo Giuseppe Milisenda, ai nostri parroci don Antonio De Gori e don Angelo Fusto, all’immancabile Pepè Rosanò, alle associazioni presenti. Un grazie, particolare, a Salvatore Scicchitano e ai volontari per l’installazione della panchina».


 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio