Lotta al virus

Guerra in Ucraina, in corso le vaccinazioni anti-Covid per i profughi giunti in Calabria

Lo rende noto la Protezione Civile regionale in un post su Facebook. Il presidente della Fondazione indipendente Gimbe, Nino Cartabellotta, negli scorsi giorni aveva informato che il 64% della popolazione ucraina non è immunizzata

154
di Redazione
6 marzo 2022
17:20
Foto postata sulla pagina Facebook della Protezione Civile Calabria
Foto postata sulla pagina Facebook della Protezione Civile Calabria

«Sono in corso le vaccinazioni anti Covid-19 degli Ucraini giunti nelle ultime ore nella nostra regione». È quanto si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale della Protezione Civile Calabria.

«Nei loro occhi leggiamo tanta paura ma anche tanta dignità e desiderio di tornare presto alla normalità –prosegue il post -. Grazie a tutti i volontari e alle Aziende ospedaliere e sanitarie, con il loro personale medico, infermieristico e amministrativo, per l'instancabile e straordinario lavoro».


Il presidente della Fondazione indipendente Gimbe, Nino Cartabellotta, negli scorsi giorni aveva reso noto che il 64% della popolazione ucraina non è vaccinata e quanto è di vitale importanza che i piani del Governo per accogliere queste persone devono «includere l’immunizzazione di anziani e fragili provenienti dalle zone di guerra, evitando diseguaglianze tra le Regioni».

LEGGI ANCHENel Cosentino arrivano i primi profughi ucraini. Il parroco di Mendicino: «Potranno restare quanto vogliono»
Cinque milioni per riqualificare i borghi calabresi e accogliere i profughi ucraini, la delibera della Regione

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top