Ospedale in affanno

Lamezia, mancano i medici tra 118 e reparto Covid: è ancora emergenza

VIDEO | Continua la mancanza camici bianchi. Non solo quelli sulle ambulanze che sono quasi quotidianamente demedicalizzate ma anche nelle corsie dove si lotta con il virus

112
di Tiziana Bagnato
18 gennaio 2022
16:34

Mancano medici, camici bianchi, forze. Nell’ospedale di Lamezia Terme e nell’Asp di Catanzaro spesso si va avanti alla giornata. Anche il reparto di Medicina Covid, con venti posti letto al momento tutti occupati, non riesce da solo a coprire tutte le turnazioni.

Ecco perché l’Asp è dovuta ricorrere ad una manifestazione di interesse rivolgendosi al personale interno con la finalità di trovare chi, in modo particolare, si occupi delle guardie mediche notturne. I professionisti dovranno agire in regime di libera professione ma allo stesso tempo non interferire con i loro altri incarichi, il cumulo del monte orario, il giorno di riposo ecce cc.


Un altro avviso è stato, invece, emanato per il conferimento di un incarico per 24 mesi al fine di stilare le attività relative al piano regionale di prevenzione 2020-2025. Continua ad essere una sorta di roulette russa anche il servizio di emergenza urgenza del 118. Anche questa domenica l’ambulanza di Lamezia Terme ha viaggiato dalle 8 alle 14 con solo autista e infermiere a bordo, ci sono interi turni notturni demedicalizzati. Il personale è a terra anche da un punto di vista psicologico, provato dal non essere messo nelle condizioni di intervenire. E nonostante i proclami continuano ad essere demedicalizzati sempre più turni.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top